Touring Superleggera sarà tra i protagonisti del Salon Rétromobile, il salone mondiale dell’auto d’epoca che si terrà a Parigi da oggi fino al 12 febbraio.

Il Dipartimento Classic della nota carrozzeria lombarda porterà in Francia il nuovo progetto di restauro dedicato ad un’Alfa Romeo Giulia GTC del 1965. La vettura, avente numero di telaio 760025 e carrozzeria numero 17273, è uno dei rari esemplari di questo modello dotata di guida a destra e si trova ancora nelle prime fasi di recupero, per cui si presenta totalmente smontata e sverniciata.

Il programma messo a punto da Touring Superleggera dopo lo smontaggio e la catalogazione di tutti i componenti prevede un lavoro di ricostruzione lungo sei o sette mesi. L’obiettivo, come spiegano dal Dipartimento Classic, è quello di preservare per quanto possibile i componenti originali, compresa la riparazione dei lamierati danneggiati.

Una volta completata l’opera di rifacimento degli esterni, l’Alfa Romeo GTC del 1965 sarà rimessa a nuovo anche dentro l’abitacolo. In questo caso si prevede di rimpiazzare tutte le imbottiture dei sedili ormai consumate, senza tuttavia sostituire i materiali di rivestimento originali in finta pelle. L’ultimo passaggio sarà poi la sostituzione della capote con un elemento conforme al periodo di produzione.

A Rétromobile 2017, Touring Superleggera mostrerà inoltre un esemplare perfettamente restaurato di Ferrari 330 GTC del 1968. In questo caso il telaio reca il numero 11.283, mentre la carrozzeria è caratterizzata dal colore originale Grigio Argento capace ancora oggi di regalare un’eleganza unica alla sportiva di Maranello.

I tecnici hanno smontato completamente la vettura con l’obiettivo di preservare al massimo i dettagli originali. Una tale attenzione ha consentito di ripristinare l’autoradio installata all’epoca, i fregi, i gruppi ottici anteriori e posteriori, le cinghie ferma bagagli e i cerchi in lega Borrani RW3874 6,5 da 14 pollici.

Oltre al potente motore V12 di cui è dotata, la 330 GTC mantiene invariato il suo fascino anche dentro l’abitacolo, dov’è stata mantenuta l’associazione di rivestimenti in pelle nera Franzi NR2 e vinile che assicurano le stesse sensazioni di lusso e sportività garantite cinquant’anni fa.