Toro Rosso ha annunciato il ritorno ai motori Ferrari in Formula 1. La monoposto 2016 della Scuderia Toro Rosso, la STR11, sarà spinta da un propulsore della casa di Maranello, che è stato già fornitore di motori dal 2007 al 2013.

Il nostro rapporto di lavoro con Ferrari sarà facilitato sia per dal punto di vista linguistico, sia per quanto riguarda la logistica – si legge nella nota diffusa da Toro Rosso -. La loro sede di Maranello è poco distante dalla nostra factory di Faenza. Tenendo conto di ciò e considerando i successi ottenuti in passato insieme, possiamo certamente aspettarci un miglioramento delle prestazioni il prossimo anno. Possiamo inoltre contare su Carlos Sainz e Max Verstappen che, essendo stati confermati per la stagione 2016, saranno certamente in grado di tradurre tutte le esperienze e gli insegnamenti di quest’anno in un ulteriore feedback prezioso per il team durante la prossima stagione.

Ferrari, con la propria monoposto, ha ottenuto nell’ultima gara dell’anno un terzo e quarto posto e si è classificata seconda assoluta nel Campionato Costruttori, un risultato che rappresenta una base positiva da cui iniziare l’undicesimo anno della Scuderia Toro Rosso in Formula 1: “Poter lavorare nuovamente con Ferrari è grandioso - ha spiegato Franz Tost, team principal della Scuderia Toro Rosso -. Abbiamo avuto un proficuo rapporto in passato e sono sicuro che torneremo prestissimo a lavorare bene insieme. È vero che i tempi, in vista del primo test, saranno molto stretti per noi, ma abbiamo il giusto team di persone per farlo e sono fiducioso che insieme potremo realizzare un pacchetto competitivo per il prossimo anno”.

La Scuderia Toro Rosso ha ringraziato Renault per gli sforzi fati negli ultimi due anni. Proprio la casa francese, che ha acquistato la Lotus, ritornerà ufficialmente in Formula 1 con un proprio team. Con la fornitura a Toro Rosso, Ferrari equipaggerà tre squadre con i suoi motori nella stagione 2016: insieme alla scuderia faentina, Sauber e l’esordiente Haas.