E’ tempo di presentazioni: sono finite quasi tutte quelle dei grandi team, mentre continuano ancora per qualche giorno quelle delle squadre minori. Tanto tutti sono stati convocati per i quattro giorni di test a Jerez de la Frontera.

La nuova Toro Rosso è stata presentata proprio sul circuito di Jerez de la Frontera. La monoposto della scuderia faentina monterà anche quest’anno un motore Ferrari e si propone di ottenere qualche buon risultato grazie anche ai suoi piloti.

La vettura che la Toro Rosso porterà in pista nel 2012 ha un nome in codice: STR7. Sarà guidata da due giovani della Formula 1: Daniel Ricciardo che ha esordito l’anno scorso e Jean-Eric Vergne.

Chi si aspettava una macchina diversa rispetto all’anno scorso ha avuto pane per i suoi denti. Il regolamento FIA 2012 è stato micidiale per il design. Anche la vettura faentina presenta il musetto a gradini, come le altre nuove macchine pronte per il campionato 2012.

La Toro Rosso non festeggia il traguardo della Williams, ma può vantare comunque la sesta stagione nella F1. Sei campionati e tre vetture progettate, costruite e assemblate direttamente dalla squadra italiana.

Il team principal Franz Tost, valutando gli sforzi economici della squadra, spera di salire presto su qualche podio. Il gradino più alto? Perché no.