Alonso c’è e ci tiene a farlo presente agli avversari, già nelle ore che precedono la gara. Diversamente a quanto accaduto alla Williams e alla Sauber, la Ferrari miete successi nelle qualifiche. 

La Ferrari è riuscita a fare una buonissima qualifica con Massa ed Alonso, entrambi nella top ten. Ad influire in modo positivo sulle prestazioni della Rossa ci sono stati gli scarichi che hanno funzionato come previsto dai tecnici. Insomma il banco di prova è stato davvero entusiasmante per i fan del Cavallino rampante.

Come abbiamo già detto in precedenza, la Ferrari ha modificato gli scarichi ma è intervenuta anche sul fondo estrattore che, diciamolo in parole povere, collabora con gli scarichi migliorando la resa della monoposto.

Ma una pole per Alonso non è ancora arrivata. Lo spagnolo non fa che battersi per arrivare primo sulla griglia di partenza, eppure qualifiche e pole sono sempre finite nelle mani degli avversari. In Canada, per esempio, in prima fila ci sono Vettel ed Hamilton.

Due avversari da battere, anche se la Ferrari ha dimostrato di essere meglio tarata nella gestione delle gomme. Con le Pirelli soft e super soft, infatti, la Rossa va alla grande ottenendo un livello di trazione soddisfacente e una buona velocità.