Gli effetti della mancanza del trio delle meraviglie hanno iniziato a farsi sentire fin da subito nella nuova edizione di Top Gear UK, il programma motoristico più seguito nel mondo. A quanto pare, il carisma istrionico di Clarkson, la simpatia di Hammond e la puntigliosità di May erano un mix inarrivabile per il nuovo conduttore Chris Evans contornato da una serie ingombrante di illustri collaboratori.

Così, i dati dell’audience parlano chiaro: nella prima puntata di Top Gear nuova gestione ci sono stati 4,3 milioni di spettatori, 1,3 in meno rispetto alla media degli episodi delle stagioni precedenti. Nello specifico, in base a quanto riferito dall’Hollywood Reporter, l’episodio incriminato sarebbe stato quello che ha suscitato meno interesse negli ultimi 10 anni.

Chiaro che Chris Evans non ha accettato il verdetto, così su Twitter ha iniziato a pubblicare riflessioni che sottolineano come, dal suo punto di vista, l’esordio non sia stato un flop. Un atteggiamento che non è stato apprezzato dal pubblico dei social che ha rimproverato al conduttore di urlare troppo sia sulla rete che in TV.

Ma la notizia più inquietante è che in Inghilterra già iniziano a circolare le quote in merito ad un licenziamento anticipato di Evans. Insomma, la scommessa di sostituire Clarkson era a dir poco rischiosa, ma adesso pare che quella sulla dipartita dal programma di Evans possa essere più fruttuosa di quanto si pensi.

Nel frattempo, sono in molti a chiedersi cosa ne penserà Clarkson di questa debacle, e ancora più persone attendono con ansia la nuova serie che il trio storico di Top Gear sta per lanciare su Amazon Prime.