Sette. Come i sette Re di Roma. Con cartelloni ad hoc e magliette celebrative i box di Tony Cairoli hanno festeggiato l’ennesimo titolo mondiale del pilota siciliano che in Inghilterra si è matematicamente laureato campione del mondo. Un tripudio meritatissimo per il più grande pilota di motocross dell’Italia e non solo. Con il settimo iride TC222 (foto sito ufficiale) diventa il secondo pilota più titolato della specialità alle spalle di Everts, 10 volte campione. Tony ha eguagliato nei titoli consecutivi Valentino Rossi ed è solo dietro a Giacomo Agostini, 6 mondiali di fila all’attivo.

Tutti i numeri di Cairoli (fonte redbull.com):

27 l’eta di Tony, nato a Patti, Messina, il 23 settembre 1985

7 titoli mondiali conquistati fino a oggi (2005 e 2007 in MX2 2009, 2010, 2011, 2012, 2013 in MX1)

4 mondiali vinti con KTM (2010- 2011- 2012-2013)

63 GP vinti (24 in MX2, 39 in MX1)

138 le manche vinte da Tony dal 2004 a oggi

155 Gran Premi disputati (6 in 125; 72 in MX2; 77 in MX1)

Primo GP disputato: 2002 GP Belgio a Genk

Primo GP vinto in carriera: Gp Belgio, Namur, MX2 anno 2004

Prima manche vinta in MX1: 2007 Gp Gran Bretagna, Donington Park al debutto nella classe regina. Dopo avere vinto il titolo MX2 aveva provato nella MX1, facendo subito doppietta. L’anno seguente però ha corso in MX2.

Primo GP vinto in MX1: 2007 Gp Gran Bretagna, Donington Park

105 Podi: 61 in MX1 (39 Vittorie; 16 secondi posti; 7 terzi posti); 42 in MX2 (24 vittorie; 12 secondi posti; 6 terzi posti)

Maggior numero di vittorie in stagione: 11 nel 2007 (MX2) e nel 2012 (MX1)

Maggior numero di podi consecutivi: 20 dal Gp Lettonia 2012 al Gp Germania 2013

4° pilota italiano per titoli: Con il settimo mondiale, Cairoli è il quarto italiano più titolato nella storia del motociclismo globale. Lo precedono Agostini (15 mondiali vinti), Rossi e Ubbiali (9 titoli).

2° nel cross: Nel Cross Cairoli è l’italiano più titolato e il secondo in assoluto dietro Everts (6 mondiali consecutivi e 10 totali) ad avere vinto consecutivamente 5 titoli iridati e 7 mondiali in assoluto.

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook