La Tiger 800 della Triumph è una vera crossover.

Comoda e facile da guidare per la sua carrozzeria quasi “naked”, ridotta all’osso, fa risaltare il motore tre cilindri di 799 cm cubici per 92.6 CV.

Il telaio disegnato a traliccio con ruote da 19” davanti e da 17” permette un’ ottima duttilità. La sua versatilità è espressa dalla possibilità di transitare comoda e forte in città come per le strade di montagna.

Le vibrazioni non sono particolarmente forti e sostanzialmente si cominciano ad avvertire solo oltre i 7500 giri cioè ad oltre 130 Km/h.; cosicchè la stabilità e la sicurezza per la tenuta di strada è assicurata. Le finiture, a volte rudi, come per le pedane del passeggero, sono accattivanti.

Il consumo vede attestato il limite di un litro dopo aver percorsi 18 Km. Il motore vigoroso, come nella migliore tradizione Triumph, risulta potente. In città appare maneggevole a guidarsi anche perché la Tiger 800 non possiede dimensioni “mastodontiche”. Si può benissimo pensare alla Tiger come alternativa ai maxiscooter.

Con l’aggiunta di 600 euro si può aggiungere l’ABS che purtroppo rimane un optional. Come su altre moto simili, ad esempio la BMW, la Tiger monta a bordo un computer che si aziona solo con i pulsanti posti sul cruscotto. Prezzo di listino 8.990 euro chiavi in mano.