Se state cercando di prendere la patente B, il primo grande ostacolo che si presenterà sul vostro percorso è, ovviamente, l’esame di teoria. Ecco come arrivare al test preparati e senza paura.

Il primo passo necessario è quello di conoscere perfettamente l’esame stesso: la sua tipologia, il numero di domande, il numero massimo di errori ammessi.

A partire da Dicembre 2013, l’esame di teoria della patente ha subito altri importanti cambiamenti e, attualmente, si presenta così: 40 domande da vero o falso, che sono estratte da un archivio suddiviso in 25 argomenti differenti e che, per superare la prova, non permettono più di 4 errori complessivi.

Rispetto al passato, molte domande sono state modificate e corrette, con l’ulteriore aggiunta di 750, circa, quesiti nuovi. Questi recenti inserimenti riportati anche dal Fattoquotidiano.it (clicca qui per visualizzare la pagina) riguardano vari argomenti: dalla regolamentazione delle patenti, ai passaggi a livello, passando per l’uso delle luci e dei dispositivi di illuminazione.

In più, per esaminati stranieri, i quiz potranno essere tradotti, nei regimi liguistici tutelati dalla nostra Costituzione, ed i candidati con difficoltà di lettura potranno ascoltare le domande lette in cuffia.

A questo punto, non rimane che studiare e fare tanti esercizi, ricordando che ottime simulazioni dell’esame le trovate online (consultate la nostra guida).

photo credit: albertogp123 via photopin cc