Tesla annuncia il piano di aprire uno stabilimento per la costruzione di vetture elettriche in Europa. A comunicarlo è stato il CEO in persona, Elon Musk: “La capacità costruttiva dell’impianto in California è ancora importante, ma abbiamo in programma di lanciare una produzione in Europa” ha detto al termine di un incontro con il governo delle Fiandre. L’area fiamminga del Belgio fa infatti parte della lista delle possibili location idonee a ospitare la nuova fabbrica. Il sindaco di Anversa e leader del partito nazionalista fiammingo, Bart De Wever, avrebbero affermato che lo scandalo Volkswagen “dimostra i limiti di sviluppo dei motori diesel e benzina, quindi non ci possiamo spettare molti progressi nel campo delle energie fossili”.

In Olanda, invece, va a gonfie vele la fabbrica di Tilburg che si trova proprio vicino al confine con il Belgio, a poca distanza dallo strategico porto di Rotterdam. Due anni fa Tesla Motors inaugurava lo stabilimento olandese che iniziava a produrre circa 200 veicoli a settimana destinati al Vecchio Continente. Oggi la produzione è più che raddoppiata, ed è salita fino a 450 unità ogni sette giorni. Un balzo originato anche dall’ampliamento dell’impianto, passato dai 18.900 metri quadri originari ai 77.648 attuali. Il progetto mira a ridurre i tempi di attesa dei clienti europei che, attualmente, per la Model S, arrivano a diversi mesi. Un quantitativo comunque al di sotto delle potenzialità visto che lo stabilimento di Tilburg ha una capacità produttiva di 1.000 autoveicoli alla settimana dove viene comunque inviata la componentistica dallo stabilimento principale Tesla di Frem.

Gli obiettivi di Elon Musk sono ambiziosi: mezzo milione di auto elettriche prodotte su scala mondiale entro il 2020. Il boom è atteso con la Model 3, berlina di fascia media che dovrebbe costare circa 35.000 dollari. Charles Delaville, responsabile della comunicazione per Tesla France (e ad interim per l’Italia), ha dichiarato a Quattrotuore che verrà lanciata negli Stati Uniti intorno alla fine del 2017 e arriverà l’anno successivo in Europa.