Una Tesla Model S per andare da Roma a Capo Nord e ritorno a Venezia: 10.000 km solo elettrici. Non è un sogno ma il progetto che cinque italiani sostenitori della mobilità elettrica metteranno in atto dall’8 al 16 luglio 2016. TeslasFuture rappresenta un importante viaggio volto a dimostrare le enormi capacità della mobilità elettrica, con una spedizione che dalla capitale arriverà fino alla punta nord dell’isola di Magerøya per fare ritorno nella città della laguna utilizzando esclusivamente i Tesla Supercharger, progettati ed implementati proprio per i clienti Tesla.

Il progetto è nato da un’idea di Adriano Ruchini, Signature Tesla owner,  imprenditore italiano pioniere nell’uso della tecnologia Tesla e che ha già percorso 100.000 km con una Tesla Model S. Insieme a lui viaggeranno Federico Lagni (fondatore di Tesla Club Italy e di Tesla Revolution), Marco Nardin (imprenditore e titolare di Grafiche Nardin), Giancarlo Orsini (Training e Learning Manager di Banca Mediolanum) e Andrea Ruchini, studente di Telecomunicazioni e figlio di Adriano. Obiettivo percorrere circa 1200 km per 8 giorni con una Tesla Model S P85D Ludicrous e dimostrare le grandi possibilità della mobilità elettrica e sostenibile andando a confutare tutti i luoghi comuni: autonomia, ricarica e percorrenza.

Il viaggio inizierà l’8 luglio da Roma, città più a sud da cui è possibile partire oggi facendo affidamento solo sulle stazioni di ricarica Tesla. L’arrivo è Capo Nord, oltre il circolo polare artico, ambitissima meta di viaggio e importante anche per un altro aspetto: è in Norvegia, paese tra i maggiori esportatori di petrolio ma anche al lavoro per stoppare le vendita di auto diesel e benzina dal 2025. Il rientro prevede l’arrivo a Venezia il 16 luglio, data che coincide con la festa del Redentore a cui il team prenderà parte: “Per ora abbiamo prenotato esclusivamente l’Hotel a Honninsvag, a Capo Nord – ha detto Adriano Ruchini -. Le altre prenotazioni le gestiremo live, in auto, durante il viaggio. Seppur a bordo della Tesla Model S, quindi, il viaggio è e resta del tutto avventuroso, il che avvalla ancor più la nostra tesi: fare lunghissimi viaggi con un’auto elettrica, senza particolari ansie da autonomia, oggi è già possibile”. 

Il viaggio permetterà anche di descrivere, spiegare ed illustrare tutti i potenziali scenari di sviluppo, dimostrando la completa sostituibilità dell’auto elettrica rispetto all’auto tradizionale. Una spedizione che sarà raccontata sul sito teslasfuture.com e su tutti i canali web e social del Tesla Club Italy. Non sono molte le spedizioni simili al mondo effettuate con un’auto elettrica, rare soprattutto con le Tesla: tra queste il viaggio da Londra alla Loira realizzato da Samuel Gibbs per il Guardian, 710 km con altri tre adulti e relativi bagagli per una vacanza di una settimana. Da segnalare anche il progetto The Electric Roadmovie che con una Kia Soul EV ha attraversato l’Europa toccando Italia, Francia, Svizzera, Liechtenstein, Germania, Lussemburgo, Belgio e Olanda (qui tutti i dettagli).