Tesla, forse più di ogni altro costruttore, ha puntato essenzialmente sull’auto elettrica, e adesso ha deciso di renderla più accessibile con la Model 3, che ha un costo di circa 30.000 euro al cambio attuale, visto che il prezzo, in America, è di 35.000 dollari.

Così, sono in molti, nel mondo, ad essere interessati all’articolo, anche perché, tranne America del Sud, Africa, Europa dell’est, Russia ed India, i punti di ricarica Tesla ed i concessionari sono distribuiti in tutti i restanti territori, chiaramente, in proporzioni differenti.

Ma l’aspetto che rende ancora più interessante l’acquisto dell’auto in questione è che per ordinarla, basta versare 1.000 dollari, o 1.000 euro, in base a dove ci si trova, e lasciare un anticipo online, mediante i propri dati e quelli della propria carta di credito.

Dopo di che, quando la data di produzione diventa imminente, l’azienda si rivolge al potenziale acquirente chiedendogli di configurare la propria vettura, e per dar vita ad un vero e proprio contratto d’acquisto con tanto di prezzo finale comprensivo di tasse e trasporto.

Ecco, a questo punto, si può scegliere se andare avanti o se annullare l’ordine riprendendosi l’anticipo versato, una somma sulla quale Tesla non è tenuta a versare alcun interesse. Quindi, totale libertà, e democrazia d’acquisto, una scelta che ha trovato già un grande riscontro.

Chiaramente, ancora non c’è nulla di ufficiale, ma pare che la Tesla abbia già raccolto 276 milioni di dollari d’anticipo che poi potrebbero tramutarsi in una cifra ancora più corposa se la maggior parte di questi diventeranno dei contratti veri e propri.

Insomma, l’auto elettrica sta entrando sempre di più tra i desideri degli automobilisti, per un discorso legato all’ambiente ed alla mobilità sostenibile, ed ora, grazie a Tesla, anche per via di una campagna commerciale basata sul mezzo più diffuso al mondo, il web, sempre più utilizzato per la maggior parte degli acquisti.