Il mondo dell’auto è in fermento, e lo sviluppo di nuove tecnologie per una mobilità alternativa è all’ordine del giorno; così, c’è chi ha puntato forte sull’auto elettrica, come Tesla, determinata ad ampliare la sua gamma con la Model 3 prevista entro la fine del 2017.

Certo, per il momento la sorte non è certo dalla parte del Costruttore statunitense, ed i numeri testimoniano le difficoltà che sta incontrando sul mercato. Infatti, nella giornata di ieri la Casa ha divulgato i dati del primo trimestre del 2015. Ebbene, le perdite si attestano sui 154 milioni di dollari, superando di 50 milioni quelle relative agli ultimi mesi del 2014, e triplicando quelle del medesimo periodo di un anno fa.

Comunque, il Ceo Elon Musk, non ha esitato a parlare della nuova berlina compatta attesa per la fine del 2017, ovvero la Model 3 che avrà un prezzo di 35.000 dollari ed un’autonomia di 320 km. Questa nuova Tesla, che sarà svelata, molto probabilmente già a marzo 2016, avrà un linea differente rispetto alla Model S ed alla Model X.

Per le sorti del Marchio sarà fondamentale un nuovo impianto, deputato a realizzare le batterie agli ioni di litio, che Tesla sta portando a compimento insieme alla Panasonic, per il “modico” investimento di 5 miliardi di dollari.

La Gigafactory, questo il nome del sito costruttivo in questione, consentirebbe di ridurre i costi relativi al comparto batterie del 30% e ciò si rifletterebbe in maniera positiva sul listino della Model 3. Quindi, a dispetto delle difficoltà attuali, Tesla è intenzionata ad andare avanti con forza nel suo progetto, con l’intento di rivoluzionare il concetto di mobilità.

Dunque, non resta che attendere gli sviluppi delle vicende del Brand americano, per vedere se la scelta di Musk e dei suoi collaboratori sia stata vincente o meno. Nel frattempo, il fatto che altri costruttori dai nomi blasonati come Porsche, tanto per fare un esempio, stiano seriamente pensando ad un’auto elettrica, dimostra che questo tipo di alimentazione potrebbe rappresentare una svolta per il futuro.