La gara della MotoGP di domenica a Misano è passata alla storia per il ritorno alla vittoria di un magistrale Valentino Rossi  (a questo link i dettagli). Ma l’appuntamento sul circuito Marco Simoncelli vuole essere ricordato anche per un altro evento: il lancio del progetto #TIMguardaavanti, ideato da TIM e Ducati  per diffondere un utilizzo consapevole del telefonino alla guida: “Studi relativi alla sicurezza stradale hanno evidenziato come al secondo posto tra le cause di incidente, con una rilevanza del 16,6%, ci sia la distrazione alla guida che è spesso causata dall’uso del telefonino – dichiara Cristiano Habetswallner, Responsabile Sponsorship di Telecom Italia – ed è sulla scorta di questo dato preoccupante che è nato il progetto #TIMguardaavanti. Vogliamo sensibilizzare i giovani insieme al nostro storico partner Ducati, con il quale stiamo lavorando alla realizzazione di numerose attività per avvicinare i ragazzi ad un uso più corretto del telefonino e alla conoscenza delle tecnologie che possano essere di supporto per la sicurezza stradale”.

La tendenza sempre più diffusa di rispondere al cellulare, leggere e scrivere messaggi, controllare e postare contenuti sui social network e persino scattare fotografie mentre si guida mette a repentaglio la sicurezza. L’iniziativa, dedicata ai ragazzi, ai motociclisti e automobilisti, si propone quindi di promuovere le buone pratiche da mettere in atto quando si è in macchina o su due ruote; “Noi piloti corriamo cercando sempre di guardare avanti, di superare noi stessi, ma siamo anche consci dei nostri limiti - ha dichiarato il pilota Ducati Andrea Dovizioso -. Per guidare in città o fuori, bisogna sempre seguire le regole, e ci vuole la stessa concentrazione e attenzione di quando si gira in pista”. Gli fa eco il suo prossimo compagno di squadra, Andrea Iannone: “Quando si guida una moto, bisogna imparare e conoscere tutto del mezzo che stiamo utilizzando. La tecnologia ci rende liberi, ma allo stesso tempo diventa più importante conoscere i mezzi e gli strumenti che abbiamo a disposizione. Il mio consiglio a tutti quelli che guidano una moto come me è che bisogna essere piloti consapevoli”.

“Il tema della sicurezza stradale assume per noi un ruolo centrale e i dati che abbiamo visto non possono che portarci a fare una seria riflessione - ha commentato Paolo Ciabatti, Direttore Sportivo Ducati Corse -. Sul fronte tecnologico abbiamo fatto molti progressi sia per quanto riguarda la sicurezza attiva che passiva. #TIMguardaavanti costituisce un ulteriore tassello di questo percorso. In particolare siamo molto felici di contribuire, grazie a TIM, alla formazione delle giovani generazioni, ai possibili Ducatisti di domani, partecipando ad un progetto tutto incentrato sui temi della fiducia verso il futuro e dell’innovazione”.

Il progetto, realizzato in collaborazione con Vidierre, sarà supportato da una serie di iniziative e avrà come testimonial i piloti del team Ducati e personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo che realizzeranno dei video e andranno nelle scuole per sensibilizzare i ragazzi sull’argomento.

LEGGI ANCHE

Sicurezza stradale Nuova Zelanda: il video shock della campagna

Vacanze sicure 2014: i dati della campagna sicurezza

Sicurezza stradale pneumatici: i tristi dati della realtà italiana

Sicurezza stradale: le cattive abitudini degli italiani

Sicurezza stradale: sms e twitter per segnalare i problemi 

Vita da camionista: autisti e automobilisti insieme per la sicurezza

Sicurezza stradale: l’autovelox di Vaporidis