L’azienda indiana Tata Motors ha lanciato sul mercato due nuove piccole creature, si tratta della Tata Bolt e della Tata Zest. La casa automobilistica indiana ha annunciato, tra le altre cose, un forte reclutamento in collaborazione con i suoi partner per rafforzare i propri concessionari con circa 3.000 nuovi dipendenti.

Ma torniamo alle nuove piccole indiane, Bolt e Zest, simili ma non uguali. Meccanica, pianale e anche parte della carrozzeria sono i punti in comune tra le due automobili, ciò che varia è il retro, il posteriore. La Tata Zest è più lunga e ha un bagagliaio più ampio rispetto alla sorella Bolt che ha una lunghezza di 382 cm, larga 169, alta 155, con passo di 247 cm. La differenza tra le due indiane sta proprio nel retro ossia nel portabagagli.

Dopo esserci soffermati brevemente sull’estetica delle due auto passiamo al motore. La Tata Bolt ha 75 CV mentre la Zest si presenta con 90 CV, entrambe montano un motore a 4 cilindri a benzina sviluppato interamente in casa Tata Motors. L’alimentazione avviene ad iniezione con turbocompressore, la cilindrata è di 1.193 cc, le valvole sono 2 per cilindro.

Tata Motors però non vuole limitarsi al mercato indiano o a quello asiatico ma è molto ambiziosa, infatti la Tata Bolt e la Tata Zest verranno lanciate prepotentemente nel mercato occidentale, sia europeo che americano. Tata punta ad ampliare la sua rete di clienti in tutto il mondo e chissà se Bolt e Zest non siano le armi giuste.

LEGGI ANCHE:

Car2go Firenze: le smart fortwo invadono anche il capoluogo toscano

Garmin cerca tester: diventa videomaker con l’action cam Virb

My Special Car Show 2014: la passione di Peugeot nell’esclusivo tris di RCZ