La Targa Florio 2016 diventa un evento celebrativo: l’antica corsa diventa la prima gara automobilistica a tagliare il traguardo della 100esima edizione in 110 anni di esistenza. La kermesse, in programma in Sicilia dal 5 all’8 maggio, racchiuderà ben quattro competizioni in cui saranno globalmente coinvolte 400 vetture.

Durante la presentazione presso la sede dell’Automobile Club di Italia di Roma, il Presidente dell’ACI di Palermo Angelo Pizzuto ha ricordato il fondatore della corsa: “Da una intuizione del magnate Vincenzo Florio, che nel 1906 decise di seguire la sua passione organizzando la prima edizione, è nato un movimento culturale che ha portato le teste coronate e la nobiltà di tutta Europa al traguardo della Targa, mischiando l’aspetto agonistico di una gara dura e difficile, all’aspetto di socialità che promuoveva mostre di pittura, grandi balli, uno stile inconfondibile che ha influenzato l’opera di architetti ed artisti intorno al mondo” ha spiegato Pizzuto.

Una competizione che guarda con slancio al futuro con quello spirito auspicato dal suo lungimirante ideatore: “Proseguite la mia opera perché la ho ideata per sfidare il tempo”. La Targa Florio 2016 è terzo appuntamento del Campionato Italiano Rally, con validità per il Campionato Regionale, ma anche terzo round stagionale del Campionato Italiano Rally Autostoriche, che riporterà sulle strade siciliane quelle auto che hanno fatto grande la Targa degli anni ’70 e ’80, gli anni dell’epopea dei rally.

Il rally racchiude, come gli altri eventi, tutti i tesori della Targa Florio. Dalla partenza nel salotto del cuore di Palermo, per portare lo spettacolo delle sfide di uomini e mezzi contro il cronometro sulle Madonie, ancora in mezzo alla gente della Targa Florio, attraversando i suoi territori, dinnanzi al mare, sulle montagne e in mezzo ai paesi, dove la Targa non è un ricordo ma un evento che fa parte della cultura e della vita con la sua straordinaria normalità.

La prova speciale “Targa 100” per entrambi i Rally da Floriopoli a Cerda, riporterà le auto da gara a passare in corsa dinnanzi il tempio dell’automobilismo, ovvero le Tribune di Floriopoli, fulcro dei quattro eventi della 100th Targa Florio. Palermo, Campofelice di Roccella, Cefalù, Cerda, Collesano, Gratteri, sono centri dove la Targa è nata e cresciuta e continua a vivere guardando con lungimiranza al futuro.