Dominio Peugeot nella Targa Florio 2015. La 208 T16 e la 208 R2 vincono la 99esima edizione della storica gara siciliana. Paolo Andreucci e Anna Andreussi, seppur ritardati da un inconveniente al cambio nella speciale numero uno, compiono una grande rimonta, vincono nove delle tredici prove in programma e si aggiudicano la Targa Florio numero nove della loro carriera.

Un successo arrivato non senza difficoltà: “Bravi, è quello che mi sento di dire ai nostri meccanici ed al nostro team - ha detto l’otto volte campione italiano -. Partire ad handicap con un inconveniente al cambio dopo due curve molte volte significa fermarsi. Ma hanno fatto per l’ennesima volta un lavoro incredibile alla vettura che ci ha permesso di ripartire ed essere competitivi da subito. Sedici minuti per sostituire un cambio è veramente un tempo record, credo che la gara l’abbiamo vinta li. Poi ho attaccato a testa bassa fin dalle prime speciali, avevo una gran voglia di recuperare nei confronti degli avversari. Anche io e Anna siamo stati molto bravi e concentrati, con prove così difficili ed insidiose non è facile tenere il ritmo che abbiamo avuto”.

La gara siciliana nasconde sempre insidie ma Paolo Andreucci non ha mai perso la concentrazione: “In una curva trovavi un asfalto scivoloso e nella curva dopo avevi molto grip, commettere un errore in queste condizioni è molto facile. Con Pirelli abbiamo fatto un gran lavoro, siamo riusciti a trovare un compromesso eccellente per questa grande varietà di fondo, senza andare a penalizzare le prestazioni. Con oggi siamo al giro di boa del campionato. Ci arriviamo da leader in classifica generale, ma la lotta è veramente apertissima, anche alla Targa Florio abbiamo visto il grande equilibrio tra tutti gli aspiranti al titolo”.

Trionfo anche per l’altro equipaggio di Peugeot Italia: Michele Tassone e Daniele Michi, dopo un serrato testa a testa con gli avversari diretti nel Tricolore Junior, vincono la categoria e conquistano punti preziosi in classifica generale: “Non si può dire che il Tricolore Junior sia una serie noiosa, tutte le gare che abbiamo disputate sono sempre state combattutissime e giocate sul filo dei secondi – ha detto Tassone -. Anche qui in Sicilia è stato così. La nostra è stata una gara altalenante, siamo partiti molto bene, nella fase centrale della gara abbiamo commesso qualche piccolo errore e abbiamo subito perso il vantaggio accumulato. Alla fine ce l’abbiamo fatta, ci portiamo a casa una vittoria sul filo dei secondi ma molto importante per il morale e, soprattutto, per la classifica. In più è arrivato un ottimo sesto posto assoluto, un ottimo risultato anche per il marchio”.

Grazie al successo odierno, Peugeot riconquista la vetta del campionato costruttori e scrive per l’ottava volta il proprio nome nell’albo d’oro del rally Targa Florio, confermandosi il marchio estero con più vittorie.