Suzuki Swift supera il traguardo delle 5 milioni di unità vendute nel mondo. Presentata in anteprima nel 1983 con il nome Cultus, la compatta citycar giapponese ha raggiunto ad aprile 2016 la ragguardevole quota confermandosi un pilastro dell’intera produzione Suzuki. Il traguardo è stato raggiunto grazie ad una ripartizione sui mercati che vede l’India principale protagonista (54%), seguita da Europa (17%), Giappone (10%) e resto del mondo (19%).

Suzuki Swift è stata realizzata con l’obiettivo di creare una World Car strategica per i principali mercati. Nel corso del 2005, il debutto della seconda generazione completamente riprogettata ha coinciso con l’avvio delle linee produttive in Ungheria, Cina e India. Nel corso degli anni la sua produzione ha visto coinvolte anche le fabbriche in Giappone, Pakistan, Thailandia e Vietnam e attualmente Swift è realizzata in sette impianti di fabbricazione mondiali Suzuki ed è distribuita in oltre 140 stati nel Mondo.

Lo stile e la sportività di Swift hanno portato al successo sui principali mercati mondiali, consentendo alle differenti generazioni di aggiudicarsi numerosi premi come “Auto dell’Anno” in Giappone ma il successo si è confermato in Europa e nei mercati emergenti come quello indiano. In India, infatti, fin dal debutto nel 2005, il rapido e costante aumento delle vendite Swift ha coinciso con l’espansione del mercato e con la crescita economica del Paese. Nel 2015 il 30% dell’immatricolato di Maruti Suzuki è costituito dalla sportiva citycar. Sul mercato italiano, invece, è arrivata nel 1990 e ha fatto subito breccia nel cuore degli appassionati superando, nel 2015, il 20% delle vendite Suzuki in Italia.

La gamma Suzuki Swift si compone oggi degli allestimenti B-Easy, B-Cool (anche con cambio automatico e cromia Bi-Color), B-Unique e B-Road (con trazione 4WD permanente e disponibile anche Bi-Color), a cui si aggiunge l’aggressiva versione Sport. Fino al 30 aprile, Suzuki Swift 1.2 VVT B-Easy 3 porte con 7 airbag, ESP e climatizzatore manuale, è proposta a 9.750 euro con uno sconto pari a 3.800 euro.