Abbiamo avuto modo di provarla per qualche ora e non ha deluso le attese. La nuova Suzuki S-Cross conferma tutte le caratteristiche sponsorizzate dalla casa giapponese: rispetto alla SX4, il crossover compatto guadagna in termini di comfort e abitabilità. Le dimensioni sono pressochè invariate rispetto alla ‘sorella maggiore’ ma lo spazio per passeggeri e valigie è decisamente superiore e il bagagliaio presenta un’ottima capienza (430 litri) permettendo ai cinque passeggeri di viaggiare in tutta comodità.

Colpisce lo stile sportivo ed esclusivo ma il fiore all’occhiello è senza dubbio il consumo che, contachilometri alla mano, appare addirittura inferiore a quello dichiarato dalla casa (fino a 100 km con 4,2 litri su percorso misto) pur affrontando tortuose strade di campagna e di montagna. Il motore 1.6 turbodiesel si dimostra particolarmente parsimonioso ed ecologico (livelli di emissioni di CO2 fra i più bassi della categoria) grazie alla leggerezza ed alla aerodinamica della vettura (-55 Kg rispetto alla SX4). Il tutto senza sacrificare minimanente le prestazioni. I 120 cavalli, gli stessi del propulsore a benzina, si fanno sentire: una delle sorprese è rappresentata dalla ripresa ai bassi regimi che si avverte in seconda marcia già a partire dai 1500 giri consentendo di affrontare senza difficoltà anche le pendenze più ripide.

Il tragitto compiuto, da Milano al Lago di Como con annesa escursione sui pendii circostanti, ha messo in luce la capacità della S-Cross (CLICCA QUI PER FOTO, ALLESTIMENTI E PREZZI) di muoversi sui più svariati terreni: fango, neve e percorsi fuoristrada di bassa difficoltà non rappresentano mai un problema nemmeno per la versione 2WD (due ruote motrici) grazie alle quattro modalità di guida, selezionabili dal conducente, che garantiscono prestazioni e sicurezza nelle diverse condizioni di guida. Aspetto da non trascurare è proprio la sicurezza della vettura: l’Euro NCAP ha attribuito al crossover giapponese cinque stelle, cioè il punteggio massimo con cofano motore, paraurti e tergicristalli studiati su misura per i pedoni. Spiccano poi i sette airbag e le protezioni per la testa contro il colpo di frusta.

Grazie a un design unico al mondo il tetto è formato da due pannelli in cristallo posti uno di fronte all’altro e entrambi dotati di sistema di apertura a scorrimento, che permettono di ottenere una luce di un metro e 560 mm di apertura. Dieci i colori della carrozzeria: dal verde Crystal Lime Metallizzato al girigio Amethyst Gray Perlato Metallizzato. I prezzi partono da 19.400 euro ma fino al 28 febbraio 2014 S-CROSS 1.6 2WD benzina è proposta con un vantaggio per il Cliente di 3.700 EURO che porta il prezzo chiavi in mano della versione Easy a 15.900 EURO mentre il risparmio per la versione diesel sfiora i 5000 euro (la versione Easy è proposta a 17.400 euro). Il crossover compatto di casa Suzuki appare un giusto mix tra caratteristiche off-road e prestazioni stradali ed è certamente una scelta consigliata per chi ha bisogno di spazio ma non vuole rinunciare alle prestazioni e alla sicurezza con un occhio di riguardo per portafogli e ambiente. Dal mare alla montagna fino alla gita fuoriporta, ogni viaggio con famiglia o amici potrà essere apprezzato a bordo della S-Cross.

LEGGI ANCHE

La Suzuki Celerio al debutto europeo

SBK test 2014 Portimao: la Suzuki detta legge, sorpresa Lowes

Suzuki V-Strom 1000: comfort di guida per le medie e lunghe distanze

Suzuki iV-4 Concept, arriva il nuovo Suv