Vi ricordate quando un motore da 1 litro si trovava solamente sotto il cofano delle utilitarie? Bene, con il downsizing sempre più diffuso e con i nuovi motori adesso capita di vederlo anche quando si va ad ispezionare il vano motore di un crossover, come nel caso della Suzuki S-Cross che dal restyling è spinta anche dal piccolo 1.0 da 111 CV. L’abbiamo provata nell’allestimento Cool e con la trazione anteriore, visto che quella integrale è disponibile solamente con le unità benzina da 1,4 litri e diesel da 1,6 litri.

Esterno: un frontale imponente

Il frontale della S-Cross è l’elemento che contraddistingue maggiormente il restyling dell’auto. Infatti, la grande calandra cromata è decisamente più appariscente e anche più imponente di quella precedente. Sono nuovi anche i gruppi ottici anteriori con LED diurni. In pratica, la S-Cross si da arie da grande anche se è lunga 4,3 metri, ma comunque è sempre la vettura Suzuki a ruote alte più importante a livello di dimensioni. La fiancata appare ordinata e pulita mentre dietro spiccano i fari rivisti. Il look da off-road è garantito dai rivestimenti nella parte bassa della carrozzeria e dei passaruota.

Interno: ben fatto e ordinato

La S-Cross è una vettura pratica e concreta dove tutto è al posto giusto, il disegno della plancia non è stato rivoluzionato in occasione del restyling ma ha guadagnato il nuovo schermo da 7 pollici centrale preso in prestito dalla sorella glamour, la Vitara, e la sempre più importante integrazione con gli smartphone. Per il resto le plastiche sono fatte per durare, lo spazio a bordo è notevole in rapporto alle dimensioni e si può contare su un bagagliaio di 430 litri che, all’occorrenza, può essere ampliato fino a 1.269 litri abbattendo il divano posteriore con un piano di carico piatto.

Al volante: 3 cilindri di temperamento

Un 3 cilindri da 111 CV può bastare a spostare con disinvoltura un crossover compatto? La risposta è sì grazie ad una coppia da 170 Nm associata ad un peso di circa 1.250 kg. Infatti, la S-Cross con il 1.0 riprende bene, è persino scattante, come dimostrano gli 11 secondi necessari per passare da 0 a 100 km/h, e con il cambio manuale a 5 marce non va mai sotto coppia nel rapporto più alto. Certo, quando si spinge il motore agli alti regimi si fa sentire, ma a velocità costante si rivela educato. Non male la manovrabilità del cambio, così come la precisione dello sterzo e la stabilità nelle curve più impegnative. L’unico neo proviene dai fruscii che diventano evidenti quando si aumenta l’andatura nelle strade a scorrimento veloce. Dulcis in fundo, i consumi sono stati una bella sorpresa visto che la percorrenza nel ciclo misto è di circa 16 km/l.

Prezzo: 21.490 euro

Il costo della Suzuki S-Cross 1.0 Boosterjet Cool è di 21.490 euro, ma la dotazione è completa e presenta accessori quali la telecamera posteriore, il cruise control, i sedili riscaldabili ed il sistema multimediale di ultima generazione con schermo da 7 pollici. Peccato che alcuni aiuti alla guida come il cruise control adattivo non possono essere scelti nemmeno a pagamento visto che sono riservati alla variante Top che però non è disponibile con il 3 cilindri da 1 litro.