La Suzuki RM-Z450 abbiamo cominciato a conoscerla ormai molti anni fa, ha fatto il suo esordio sul mercato a partire dal 2005, ben dodici anni fa. Nel 2008 sono arrivate le prime consistenti novità, con l’introduzione dell’iniezione di carburante elettronica, una soluzione innovativa per una motocross, tanto che fu la prima ad applicarla. Nel 2015 venne introdotto l’Holeshot Assist Control (S-HAC), ma comunque nel corso di questi anni dieci e più anni sono state fatte delle modifiche e migliorie al telaio, tanto da far considerare questo modello come uno dei più equilibrati su piazza. Ma il prossimo anno, 2018, ci saranno molti cambiamenti che innalzeranno il livello di prestazione della Suzuki RM-Z450, rendendola ancora più incredibile.

Nuovo look, nuovo telaio, nuovo motore

Suzuki RM-Z450


Suzuki RM-Z450

In Suzuki hanno deciso di fare le cose per bene, così hanno completamente rivisto le sembianze di questa moto, dandole un aspetto più fresco e moderno, ma al tempo stesso funzionale per tirare fuori il meglio dal nuovo motore e dal nuovo telaio. Gli aggiornamenti del sistema di aspirazione regalano una maggiore potenza e velocità più elevate, più una maggiore coppia ai regimi più bassi. La Suzuki RM-Z450 sarà più veloce e controllabile, anche grazie al sistema di gestione della trazione migliorato e al Suzuki Holeshot Assist Control. Questa maggiore potenza è dovuta ad una nuova forma del cilindro, adesso più liscio e in grado di garantire un miglior flusso. Quest’ultimo è aumentato del 25% in tutta la gamma del motore se confrontato con il modello attuale. I filtri dell’aria sono stati ampliati del 30% rispetto a quelli attuali, cosa che garantisce più potenza e maggiore velocità. Cambia anche la forma dell’iniettore, sul modello attuale il carburante viene iniettato verso il basso su un angolo. Al contrario, il nuovo modello inietta il carburante verso l’alto per colpire la valvola a farfalla direttamente.

Il nuovo telaio ottimizza la rigidità, aumentandola davanti e dietro, inoltre il peso è ridotto di 700g. In questo modo sono migliorate le prestazioni in curva, migliorate le sua capacità di assorbire shock e migliora anche la stabilità di movimento. Il nuovo forcellone invece ottimizza la rigidità e grazie all’utilizzo di materiali leggeri riduce il peso di ulteriori 100 grammi. Sul nuovo RM-Z450, il tubo esagonale sostituisce il tubo quadrato utilizzato per il sedile, questo contribuisce a rendere più rigido e snello il telaio stesso. La RM-Z450 diventa la prima motocross di produzione ad adottare il nuovo cuscinetto posteriore libero di bilancia (BFRC) di SHOWA. Il BFRC adotta un circuito di smorzamento esterno, che non causa variazioni nel bilanciamento della pressione. Spostando il meccanismo di smorzamento sullo schermo al di fuori del cilindro per entrambi i tratti di compressione e tensione, BFRC raggiunge un flusso d’olio ottimale e ottimizzato, che a sua volta realizza miglioramenti. I cambiamenti non si fermano qua, il manubrio adottato per il RM-Z450 è più semplice del modello attuale, questo significa un’inversione di rotta rispetto al modello corrente, che si curva indietro. Cambia anche il serbatoio, che da alluminio passa alla resina, soluzione che permette un’ulteriore riduzione del peso di 275 grammi. Adesso non resta che aspettare la sua commercializzazione.