Adrian Sutil è protagonista di una vicenda giudiziaria che lo ha visto condannato a 18 mesi di carcere per aggressione, con pena sospesa. Eppure il pilota non accenna a ridurre le polemiche e stavolta se la prende con Hamilton. Adrian Sutil in questi mesi è finito sulle prime pagine dei giornali per il processo e per la conseguente condanna ma anche per la possibilità di un accordo con la Ferrari, non confermato dalla Scuderia di Maranello.

Dove entra in gioco Hamilton, che di suo è già un pilota molto discusso, per l’irruenza nella guida e gli alterchi con gli avversari?

Hamilton era compagno di squadra di Sutil e non ha voluto prendere parte al processo testimoniando a favore dell’amico. Così Sutil ha reagito malissimo alla notizia dicendo accusando in primo luogo Lewis di essere un codardo e poi sostenendo di non voler essere più amico di una persona così.

Sutil ha detto poi alle telecamere che mentre Hamilton non si è degnato di arrivare alla sbarra a Monaco di Baviera, al contrario il padre del pilota gli ha mandato perfino un messaggio di “in bocca al lupo” per l’udienza.

I contatti con Hamilton figlio non ci sono stati affatto. Ricordiamo però che il pilota della McLaren, tempo fa, licenziò perfino il padre.