Due sessioni di prove libere del Mondiale di F1. Per Susie Wolff il sogno di guidare nel circus diventa realtà: la 31enne pilota scozzese è stata ufficialmente confermata nel suo ruolo di collaudatrice per la Williams e sarà al volante della monoposto inglese in occasione della prima sessione di prove libere dei GP di Gran Bretagna e Germania. La squadra di Grove aveva ufficializzato sabato l’ingaggio del 21enne brasiliano Felipe Nasr come terzo pilota ma lunedì è arrivata la comunicazione riguardante la moglie di Toto Wolff, attuale direttore esecutivo della Mercedes (e comproprietario per il 30%) e anche azionista del team Williams (con il 16% delle azioni).

“E’ un’opportunità incredibile e una grande sfida per me. Sono grata per il supporto e la fiducia che la Williams ha in me. Il 2014 promette di essere una pietra miliare molto importante nella mia carriera. Disputare due sessioni di prove libere, oltre a un giorno completo di test, sarà un grosso passo in avanti e non vedo l’ora di guidare la FW36″. Secondo Pat Symonds, direttore tecnico della Williams, la Wolff ”ha dimostrato un talento naturale nello sviluppare una monoposto e nel dare un ottimo contributo”. 

Susie sarà la prima donna a guidare una monoposto di F1 durante un weekend di gara dopo oltre 22 anni: l’ultima a farlo fu Giovanna Amati, che scese in pista con la Brabham nel 1992 senza riuscire a qualificarsi per i GP di Sudafrica, Messico e Brasile lasciando poi spazio al figlio d’arte Damon Hill, poi diventato campione del mondo. Certo con l’ingaggio di Nasr come riserva dei “titolari” Felipe Massa e Bottas, sarà piuttosto difficile quest’anno vedere una donna sulla griglia di partenza. Cosa che potrebbe accadere nel 2015 visto che la Sauber, guidata da Monisha Kaltenborn, ha recentemente annunciato l’accordo con Simona De Silvestro, 25enne pilota svizzera che corre in IndyCar. L’obiettivo è farla debuttare nel prossimo Mondiale.

LEGGI ANCHE

F1 2014 in tv: tutti gli orari di partenza dei 19 Gran Premi

Ecclestone premia gli spioni “Vedremo chi avrà voglia di barare”

F1: RAI prenota il gran finale, ecco i GP in diretta

Schumacher e l’indegno sciacallaggio della rete

Audience F1: calano gli ascolti, Ecclestone ‘ringrazia’ Vettel