La prima Superpole della stagione di SBK la vince Jonathan Rea, in sella alla sua Kawasaki, che si posiziona davanti a Chaz Davies e Leon Haslam. Il pilota dell’Aprilia era stato protagonista di un’ottima giornata di qualifiche, riuscendo ad accaparrarsi la prima posizione, vanificata poi dalla Superpole, stampando sul cronometro un tempo sotto il minuto e 31 secondi, l’unico a riuscirci insieme al suo compagno di team Jordi Torres.

Rea si porta a casa la quinta Superpole in carriera, il favorito non era lui ma i due piloti dell’Aprilia, che avevano dimostrato il loro valore durante le qualifiche, ma l’avvento delle bandiere rosse, che hanno concluso in anticipo la Superpole, ha favorito il pilota della Kawasaki. Le bandiera rosse sono state sventolate per via della brutta caduta riportata da David Salom, alla famigerata curva 11. Il pilota del Team Pedercini è stato soccorso dopo la brutta scivolata e il responsabile della clinica mobile, il Dott.Corbascio, ha dichiarato che il pilota è cosciente e muove gambe e braccia. Questa interruzione improvvisa ha favorito, sicuramente, Rea ma ancor di più Chaz Davies che non dava l’impressione di poter contrastare le Aprilia e le Kawasaki. La gara di domani ci dirà la verità.

Ecco le prime dieci posizioni decise in seguito alla Superpole di Philip Island per la nuova stagione di Superbike:

Piloti-Team-Tempo

  1. Jonathan Rea – Kawasaki Racing Team -1’31.212
  2. Chaz Davies – Aruba.it Racing-Ducati SBK Team +0.026
  3. Leon Haslam – Aprilia Racing Team – Red Devils + 0.295
  4. Michael van der Mark – PATA Honda World Superbike Team +0.401
  5. Alex Lowes – VOLTCOM Crescent Suzuki +0.830
  6. Nico Terol – Althea Racing +0.869
  7. Jordi Torres -Aprilia Racing Team – Red Devils +1.031
  8. Tom Sykes – Kawasaki Racing Team +1.053
  9. Sylvain Guintoli – PATA Honda World Superbike Team +1.234
  10. Matteo Baiocco – Althea Racing +1.629

Il vincitore della Superpole, Jonathan Rea, non appena sceso dalla sua Kawasaki, ha dichiarato: “E’ stato un modo strano di concludere a Superpole. Dal mio punto di vista abbiamo fatto un buon lavoro con la gomma da gara in queste alte temperature e la mia Kawasaki funziona molto bene. Sono molto contento della mia pole position”.

Leon Haslam è fiducioso e si ritiene soddisfatto del terzo posto: “In Superpole si tratta di abituarsi in fretta al giro singolo, non conta troppo il lavoro fatto con la gomma da gara, quindi aver ottenuto il terzo tempo proprio con quella mi fa ben sperare. Sono dispiaciuto per il brutto incidente di Salom. Fortunatamente ho sentito che è cosciente e si muove. In ottica gara abbiamo fatto dei passi in avanti, migliorando specialmente nel terzo settore. Sicuramente le alte temperature ci costringono a cambiare molto a livello di setup, ma il mio team ha lavorato alla grande e quindi sono fiducioso. Le condizioni saranno le stesse per tutti ed io sono soddisfatto del mio passo gara. Domani ci divertiremo”.