Per quanto si possa parlare di terzo incomodo, se uno tra Stoner e Lorenzo sente allontanarsi il titolo iridato, tira fuori i denti e prova ad imporsi, a tutto vantaggio di un grande spettacolo regalato agli spettatori. A Laguna Seca si è imposto l’australiano. 

Stoner ha imposto il suo sigillo al motogp di Laguna Seca pur sapendo di avere alle spalle Jorge Lorenzo con una serie lunghissima di successi ed uno scatenato Dani Pedrosa, deciso a mettersi in luce davanti ai manager della Honda che dovranno affidargli tutto alla fine della stagione.

Ai microfoni dei giornalisti americani, ecco le dichiarazioni di Stoner e Lorenzo. L’australiano dice di aver avuto un fine settimana molto duro ma di aver cambiato strategia per la gara:

In gara abbiamo deciso di adottare una strategia diversa, montando una gomma morbida. All’inizio volevo attaccare subito ma ho preferito stare attento, di non sfruttare la gomma e di rallentare per lasciarla raffreddare e riattaccare dopo, ed è quello che ho fatto e ci sono riuscito.

Lorenzo, invece, approfitta per parlare ancora della sua voglia di avere come compagno di squadra Rossi, poi però deve arrendersi e riconoscere la supremazia di Stoner:

Ho provato ad andare via guadagnando anche un secondo, ma il problema è che ho fatto un errore al Cavatappi e Casey mi ha ripreso. Oggi il pneumatico duro non era l’opzione migliore, ma la verità é che Stoner ha guidato molto bene e non ho potuto batterlo.