Mentre nel primo giorno di test il grande protagonista nonché primo classificato è stato Jorge Lorenzo, nella seconda giornata si rileva il predominio assoluto di Stoner, davvero un lampo in quel di Sepang. Dove Valentino Rossi si diverte e dove Jorge Lorenzo può primeggiare nelle prime rilevazioni ufficiali, lì Stoner colpisce con la sua velocità gli avversari.

Il primo giorno l’aveva fermato un mal di schiena, ma poi, una volta rientrato in pista, ha imposto il suo ritmo. Miglior tempo per l’australiano che precede Spies e Lorenzo che durante la sessione mattutina erano stati i più veloci.

Stoner era stato costretto al riposo forzato. Un mal di schiena mal digerito che sommato alla voglia di tornare al più presto in pista, ha determinato la sua ottima performance. Ha cavalcato la moto RC213V, 1000 cc e ha girato velocissimo per ben 29 volte.

Il cronometro è stato fermato sui 2’00”895. Tutti gli altri hanno potuto leggere soltanto la sua targa, per così dire. Dietro Stoner si è piazzato Ben Spies con la Yamaha che ha completato 37 giri a Sepang.

Jorge Lorenzo dopo 40 giri, è arrivato terzo con la seconda M1 dietro a Spies da cui dista appena 173 millesimi di secondo.

Ancora più indietro la Honda di Pedrosa, poi Crutchlow e Barbera. Quest’ultimo a bordo di una Ducati Pramac, ha preceduto anche Rossi.