L’automobilismo non è solo velocità, non è solo motori, non è solo riduzione delle emissioni ma è anche, e in questi ultimi anni soprattutto, stile e design. Le auto sono progettate anche da scultori, artisti dell’argilla attraverso le cui mani esperte la vision di un’auto passa dalle 2 dimensioni della carta e dello schermo alle 3 dimensioni della realtà tattile. Ford ha portato a Milano, per un giorno, un team di designer per svelare le tecniche e i segreti della modellazione dell’argilla applicata la mondo del design automobilistico. Questa dimostrazione, da parte dei tecnici dell’Ovale Blu, si è svolta presso la Domus Academy, una delle più prestigiose scuole post-graduate di moda e design, che vanta 12 corsi di Master e numerosi laboratori tra cui quello dedicato alla modellazione.

“Siamo lieti che Ford abbia scelto la sede della nostra Accademia per mostrare ai propri ospiti i segreti di un processo molto importante per il car design. Non a caso, la nostra scuola dal 1983 ha dedicato ampio spazio al car design, prima con corsi specifici e poi con un vero e proprio Corso di master della durata di 1 anno. Il workshop del clay-modelling, è un momento importante del percorso formativo ed impegna gli studenti per un intero mese. Il clay modeller è una vera e propria professione, ancora oggi complementare alla modellazione in 3D e noi ne riconosciamo da sempre la rilevanza nel processo creativo in campo automotive” ha spiegato Amelia Valletta, Course leader del Master in Car & Transportation Design di Domus Academy.

Il laboratorio Ford in cui lavorano gli scultori Denise Kasper, Thomas Kalker e Damian Lottner somiglia più a una bottega del Rinascimento che a un moderno centro di design, ma in alcuni casi le tecniche più tradizionali sono anche le più efficaci.

LEGGI ANCHE:

Nuovo Ford Transit: il veicolo commerciale dell’ovale blu è stato presentato al Salone di Hannover

Ford Mustang 2015: alcune novità sul nuovo stile dell’auto che ha fatto la storia

International Van of the year 2015: la giuria elegge Iveco Daily come vincitore dell’anno