Sono stati 144 mila gli spettatori che hanno assistito all’85esimo Gran Premio d’Italia a Monza, 80 mila nella sola domenica di gara (4 mila il giovedì, 20 mila il venerdì, 40 mila il sabato). L’anno scorso furono complessivamente circa 160 mila. Il dato è stato riferito nel corso di una conferenza stampa in Comune da Ivan Capelli , presidente di AC Milano, alla presenza del sindaco Roberto Scanagatti, del prefetto di Monza, Giovanna Vilasi, dei responsabili delle forze dell’ordine e degli assessori al Turismo, Carlo Abbà e alla mobilità, Paolo Confalonieri.

“E’ andato tutto bene - dichiara Scanagatti - sia dal punto di vista della sicurezza sia da quello della tutela ambientale del parco recintato più grande d’Europa. Il dato sugli spettatori del GP è positivo, nonostante la lieve flessione”. Capelli fa una promessa: “Vedremo se sarà possibile attuare una differente politica dei prezzi in futuro”. Probabile che con una Ferrari e un Alonso (foto by InfoPhoto) più competitivi il dato sarebbe vicino a quello dello scorso anno.

La stragrande maggioranza degli spettatori, ha spiegato il Comune, si è recata all’interno del perimetro utilizzando i mezzi pubblici. Sia treni, compreso il diretto Milano-Monza Autodromo, attivo la domenica, che le navette di collegamento tra i 3 maxiparcheggi posti a corona della città e il circuito. In totale sono state più di 82mila le persone trasportate.

LEGGI ANCHE

Montezemolo lascia la Ferrari: lo sfogo del presidente

Stipendi piloti Formula 1 2014: Alonso e Hamilton paperoni

F1 Monza 2014: ultimo GP d’Italia per Montezemolo?

Montezemolo F1 2014: se la Ferrari arriva seconda si scatena il putiferio

Formula 1 lascia Monza: la minaccia di Ecclestone è un bluff?