Il Gran Premio del Belgio che si corre a Spa è uno dei circuiti più tecnici della Formula 1, richiede un grande impegno da parte dei piloti e presenta insidie ad ogni curva.

Per questo abbiamo deciso di scomporre il racconto della gara in due parti, analizzando prima i 22 giri iniziali. Subito dopo il via in testa è scattato Vettel seguito da un ottimo Rosberg. A seguire Massa, Hamilon e Alonso.

Alla fine del primo rettilineo Rosberg si è portato in testa mentre Alonso è riuscito ad attaccare e superare Hamilton. Al terzo giro però il leader della classifica iridata è tornato in testa.

Al quinto giro, Hamilton ed Alonso superano Massa e vanno a formare con Rosberg il terzetto all’inseguimento di Vettel.

Il campione Red Bull è costretto a fermarsi ai box per un problema alle gomme e Rosberg torna in testa. Al settimo giro la Ferrari di Alonso è al comando ma i vari pit stop forzano l’andatura della gara.

Al tredicesimo giro Kobayashi tampona Hamilton che finisce fuori pista e determina l’ingresso della safety car mentre al comando c’è Alonso seguito da Webber e Vettel.

Il tedesco ha problemi con i pneumatici ma va al comando al 18esimo giro.

Dai box una notizia buona per la Ferrari: presto Vettel dovrà montare le gomme medie e la Ferrari avrà la sua occasione.