Il 15 aprile è l’ultimo giorno utile per sostituire i pneumatici invernali. A partire da giovedì 16 aprile sarà quindi possibile circolare con pneumatici estivi e senza catene a bordo sulla maggioranza di strade e autostrade italiane. Restano esclusi i tratti di montagna soggetti a ordinanze invernali in scadenza il prossimo 30 aprile o che tramite l’apposita segnaletica impongono l’utilizzo di gomme invernali “al verificarsi di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio”. In caso contrario si incorrere in una sanzione fino a 84 euro.

Sostituzione pneumatici invernali, occhio alle bufale

A proposito di multe, è da tener presente la bufala che gira in rete: come ricordano gli amici di Sicurauto, l’obbligo di sostituire le coperture invernali entro il 15 aprile vale solo per chi si è avvalso della possibilità di montare gomme con l’indice di velocità immediatamente inferiore rispetto a quello delle estive. Quindi non 1.682 euro di multa per chi viaggia con pneumatici invernali d’estate ma una sanzione di 419 euro, il minimo edittale sempre applicato, per chi viaggia dal 16 maggio e sino al 14 ottobre, con pneumatici M+S con codici di velocità inferiore (di una sola lettera) a quelli riportati sulla carta di circolazione. Oltre alla multa, si rischia il ritiro della carta di circolazione e l’obbligo di revisione.
Quindi nel libretto di circolazione sono indicate coperture con codice T posso circolare con pneumatici invernali S mentre se ho un SUV con codice W potrò circolare con le V, ma solo fino al 15 maggio.

Sostituzione pneumatici invernali, ci sono anche le 4 stagioni

Se conforme ai tipi indicati nel libretto di circolazione l’utilizzo di gomme invernali è possibile e non sanzionabile dl codice della strada anche durante l’estate ma usura precoce e prestazioni inferiori sconsigliano vivamente la scelta soprattutto perchè in ballo c’è la sicurezza degli occupanti e degli altri utenti della strada visto che prestazioni in frenata, trazione e tenuta di strada sono inferiori rispetto a quelli delle gomme estive. Da non sottovalutare, inoltre, il maggior consumo di carburante, del battistrada e una rumorosità maggiore. Per chi vive in città poco soggette a temperature rigide, ghiaccio e precipitazione nevose, può optare per le gomme cosiddette “all-season” o “quattro stagioni”, utilizzabili tutto l’anno: è il caso di Pirelli Cinturato All Season, i Vredestein Quatrac Lite e i Michelin CrossClimate.