Alonso è balzato di nuovo al comando della classifica iridata piloti, grazie al podio ottenuto nel Principato, anche se è finito alle spalle della Red Bull di Webber. Sono loro, infatti, a guidare la classifica costruttori. 

In casa Ferrari il sentimento prevalente è la soddisfazione all’indomani dell’appuntamento sul circuito cittadino di Monaco. Sicuramente il terzo posto di Alonso è stato provvidenziale per l’allungo sui suoi avversari nella lotta al titolo iridato.

A Maranello, però, si gioisce anche per la perfomance di Massa che stavolta ha abbandonato i problemi del gruppone di centro per arrivare sesto sul traguardo. L’aut aut ha funzionato.

La scuderia di Maranello non aveva raccolto molta fiducia intorno a sé all’inizio della stagione, ma l’impegno dei tecnici ha portato i risultati sperati. La F2012 è più veloce dei prototipi precedenti. Ci si può finalmente giocare il mondiale alla pari con gli altri avversari.

La macchina, adesso, riesce ad essere equilibrata, stabile e riesce anche a gestire meglio che in passato l’usura degli pneumatici.

Domenicali non nasconde la sua felicità anche se adesso non si può più sbagliare. Alonso ha dimostrato di essere impeccabile alla guida. Lo staff tecnico deve garantirgli una vettura sempre ai massimi livelli.

Bisogna quindi scommettere sulla Ferrari, sì, ma investendo nello sviluppo.