La terza edizione di mammacheBlog – Social Family Day, in programma a Milano il 16 e il 17 maggio, si muove quest’anno con Opel Meriva, auto pensata per la sicurezza delle mamme e dei loro bimbi. L’evento che riunisce le mamme della rete rappresenta per l’auto tedesca un’occasione di dialogo diretto con le sue interlocutrici privilegiate. La monovolume compatta si dichiara perfetta per la giornata impegnativa di una mamma sempre di corsa, che deve districarsi tra mille attività. Progettata con una serie di tecnologie che ne aumentano il comfort e la flessibilità ma soprattutto la sicurezza e la protezione soprattutto dei più piccoli. Queste caratteristiche nel 2010 hanno permesso alla Meriva di ottenere la prestigiosa certificazione dell’associazione ortopedica tedesca AGR, che ha premiato una vettura leader in termini di ergonomia e flessibilità.

Il Social Family Day sarà un prima occasione per affrontare direttamente con le mamme della rete il tema della protezione e della sicurezza dei bimbi in auto, perché si avvii poi un dialogo più ampio e sostenuto nel web. Restano ancora molti gli errori di comportamento delle mamme che spesso cedono ai capricci del bimbo che non vuole essere legato al seggiolino. Non è rado vedere un piccolo tenuto in braccio sul sedile anteriore e correre seri rischi. La “flex car for flex mom” accompagnerà le partecipanti all’evento offrendo così loro l’opportunità di sperimentare le caratteristiche più innovative di Meriva.

Tra queste il sistema FlexDoors, l’esclusivo sistema di apertura delle portiere a libro che protegge nell’uscita i passeggeri posteriori e permette di collocare in modo più veloce e protetto il seggiolino in auto. Assicurarlo al sedile diventa così semplice e veloce, diminuendo ogni rischio di errore. Il sistema FlexSpace consente, invece, di modulare lo spazio nell’abitacolo e caricare tutto con facilità, compreso il passeggino. Con il portaoggetti FlexRail i passeggeri hanno tutto a portata di mano e in ordine in un vano dedicato, senza che nulla si muova all’interno dell’abitacolo creando situazioni potenzialmente pericolose.

LEGGI ANCHE

Opel Meriva: motori più efficienti per la nuova serie, gallery