Dopo l’esordio a Shanghai, il prototipo Skoda Vision E sarà presente al Salone di Francoforte 2017, dove metterà in evidenza i progressi fatti dalla casa ceca sul fronte della guida autonoma e sulle ultime tecnologie per la connettività a bordo.

Rispetto alla versione vista in Cina, la Skoda Vision E che debutterà in anteprima europea al salone tedesco mostra alcune evoluzioni nello stile, pur mantenendo la stessa impostazione vista in passato. Confermate quindi le portiere con apertura “al contrario” e i gruppi ottici sottili, con linee tese che disegnano una carrozzeria muscolosa ma a cui non manca un discreto senso di dinamismo.

Skoda sottolinea la presenza di tecnologie per la guida autonoma di Livello 3 sulla propria concept. Ciò significa che la vettura è in grado di accelerare, frenare e sterzare da sola grazie ai sistemi che riprendono in tempo reale tutta l’area circostante, ma è comunque richiesta la presenza dell’uomo che deve essere pronto a mettersi ai comandi manuali in caso di necessità.

La propulsione della Vision E è ovviamente elettrica ed è garantita da due motori che assicurano una potenza complessiva di 225 kW per una velocità di punta di 180 km/h. L’autonomia dichiarata dal costruttore è invece di 500 chilometri.

Particolare attenzione è stata prestata al sistema d’infotainment gestibile tramite gli schermi touchscreen a disposizione di conducente e passeggeri. L’impianto si basa sullo Skoda Connect e integra un modulo Phonebox in ogni pannello porta per la ricarica induttiva dello smartphone, ma a questo si aggiungono i comandi vocali e quelli gestuali che rendono più immediata l’interazione.

Sulla concept Skoda ci sono l’hot-spot WiFi, il Car Park Autopilot che posteggia da solo la vettura e il sistema Eye Tracking che tiene sotto controllo il conducente e il suo stato psico-fisico. A questi si aggiunge un software in grado di valutare lo stato di salute di chi guida tramite il rilevamento del battito cardiaco, arrivando a far rallentare e a fermare il veicolo nel caso in cui chi siede al volante non venga ritenuto idoneo alla guida in sicurezza.