Al Salone di Parigi sarà una delle novità più in vista, stiamo parlando della nuova Skoda Kodiaq, il SUV del Brand ceco che porta in dote la piattaforma modulare Mqb del Gruppo Volkswagen. Un’auto che si annuncia spaziosa e carica di tecnologia.

Il design riprende, inevitabilmente, quello spigoloso degli ultimi modelli del Brand e non potrebbe essere altrimenti, visto che sia la Superb che la Fabia hanno riscosso il gradimento di pubblico e critica per il loro stile. Più grande delle cugine Volkswagen Tiguan e Seat Ateca, è lunga 4,7 metri, offre la configurazione a 7 posti.

Volendo rinunciare alle due poltroncine supplementari, che comunque sono optional, il bagagliaio è decisamente spazioso e va da 720 litri fino a 2.065 litri. Lineare il design dell’abitacolo, che vede protagonista il display centrale deputato a visualizzare le informazioni del sistema multimediale, il quale, mediante il Care Connect, consente dialogare con l’auto da remoto utilizzando un’app.

Questo pacchetto, oltre a permettere al proprietario di consultare le informazioni del computer di bordo pur non essendo in auto, permette di avvertire i soccorsi in caso di necessità. Non manca la compatibilità con gli smartphone iOS ed Android, e, volendo, negli allestimenti più importanti, l’hotspot wi-fi Lte e la postazione per la ricarica wireless dei moderni device.

Sotto il cofano troveremo, nella prima fase di commercializzazione sul nostro mercato, motori 1.4 e 2.0 TDI con una cavalleria che va da 125 CV a 190 CV. Per le unità più performanti ci sarà l’abbinamento con la trazione integrale e sarà possibile scegliere la trasmissione DSG a 7 rapporti in luogo di quella manuale.

Completa la dotazione di questa Skoda, con accessori che vanno dall’apertura del portellone intelligente al volante riscaldabile, passando per i gruppi ottici Full LED e tutti i sistemi di sicurezza attiva come il cruise control adattivo o il monitoraggio degli angoli cechi dei retrovisori, tanto per citarne alcuni.