Chi l’ha detto che le Skoda sono vetture dallo spirito prevalentemente razionale? Il concept Atero Coupé, frutto del genio creativo di 26 studenti della Skoda Akademie, rappresenta il lato intraprendente della Casa ceca.

Questa vettura, nello specifico una one-off, nata da un’idea degli apprendisti Skoda, origina dalla Rapid Spaceback, rivoluzionata dopo 1.700 ore di lavoro per dar vita ad una coupé caratterizzata da una linea del tetto spiovente, frutto dell’arretramento del montante centrale.

Modifiche hanno interessato anche il frontale della vettura d’origine, visto che è stato modificato adottando i fari anteriori a LED e dotando il cofano di grintosi sfoghi d’aria. L’aspetto aggressivo è garantito anche dalla livrea nera, forte di elementi rossi, e dai cerchi in lega dal disegno specifico, della misura di 18 pollici.

La vista posteriore, oltre al nuovo paraurti, prende in prestito il doppio terminale di scarico dell’Octavia RS, adattato per l’occasione e si fregia di uno spoiler di colore rosso integrato nel bagagliaio.

Gli interni della Atero Coupé vantano un impianto audio dalla potenza di fuoco di ben 1.400 watt, le luci a LED, e gli immancabili elementi decorativi inserti rossi.

Il cuore della Atero Coupé è un motore 1.4 sovralimentato capace di erogare 125 CV di potenza, che lavora in sinergia con il cambio automatico a doppia frizione da 7 rapporti. Per il futuro non è prevista la produzione dell’Atero Coupé, ma chissà che non venga utilizzata come spunto per nuovi modelli Skoda?