Vettel ha dominato tutta la gara. Dopo aver conquistato la pole durante le qualifiche del sabato, è riuscito a fare un’ottima partenza guadagnando immediatamente la testa della corsa. Dopodiché ha fatto il ritmo accumulando secondi su secondi dai diretti avversari.Vettel, primo dall’inizio alla fine, è riuscito ad accumulare un secondo a giro nei primi dieci giri. Button ed Alonso sono rimasti vicinissimi ad inseguirlo fino a quando lo spagnolo ha dovuto cedere il passo ad uno scatenato Webber.

Al dodicesimo giro Massa ed Hamilton vanno ai box e il brasiliano resta avanti. Ma Hamilton si fa sotto, sbaglia qualcosa nell’attacco al ferrarista e tocca la monoposto del Cavallino.

L’effetto immediato del contatto è che Massa buca la gomma posteriore destra ed è costretto a fermarsi, mentre Hamilton rimane in corsa ma ha l’alettone anteriore danneggiato. I commissari osservano l’accaduto ed al 16esimo giro arriva la penalizzazione per il pilota McLaren: drive through per lui.

Massa, dopo l’incidente scivola in diciassettesima posizione, mentre Hamilton è addirittura ventesimo.

Niente di nuovo in testa dove soltanto al ventesimo giro, Vettel ha più di 13 secondi di vantaggio su Button, 30 su Alonso e 31 su Webber. È chiaro invece che Alonso e Webber lotteranno per il terzo gradino del podio.