Volano gli equipaggi Peugeot al Silk Way Rally 2016: le tre 2008 DKR hanno realizzato la corsa perfetta, tagliando il traguardo compatte in testa. Quarta vittoria di tappa su otto percorse per Cyril Despres e David Castera che confermano di essere saliti a un livello superiore. Con una tappa senza errori in pieno deserto, riaffermano la loro posizione di leader della classifica generale provvisoria, con la loro Peugeot 2008 DKR in testa da 5 giorni consecutivi. Grande spavento per Sébastien Loeb e Daniel Elena, bloccati in cima a una duna al chilometro 27. Soccorsi dall’equipaggio #100 hanno poi guidato a un ritmo incalzante per recuperare il tempo perso. Sulla linea di arrivo hanno siglato il secondo crono del giorno e allungato il gap sugli inseguitori, con 15 minuti di vantaggio sulla terza posizione della classifica generale provvisoria.

Stéphane Peterhansel e Jean-Paul Cottret completano il podio nonostante il tempo perso per aiutare l’equipaggio della vettura #102: “La tripletta Peugeot significa soprattutto minuti preziosi nella classifica generale. E’ un ottimo risultato, ottenuto con un grande e costruttivo spirito di squadra - ha detto Bruno Famin, Direttore Peugeot Sport -. Non è mai facile affrontare una speciale sapendo che ti troverai subito davanti un muro di dune - ha ammesso Despres -. La pressione è stata forte, tanti i dubbi, ma alla fine è andato tutto bene e abbiamo anche vinto la tappa! Abbiamo recuperato Sébastien bloccato nell’ultima duna e abbiamo dovuto poi aprire la strada. Le cose stanno andando bene per noi in questo momento, vinciamo quasi una speciale su due. E’ entusiasmante, ma non dobbiamo abbassare la guardia. L’auto è stata perfetta”.

Tira un sospiro di sollievo Loeb: “Abbiamo visto Yazeed Al Rahji scivolare violentemente dietro una duna. Ho frenato e ci siamo bloccati nella sabbia, perdendo dieci minuti. Daniel pensava che la gara fosse addirittura finita per noi…Ringraziamo di cuore Jean-Paul che ha perso tempo per tirarci fuori! Poi è stato necessario spingere per recuperare il tempo perso. Abbiamo segnato il secondo migliore crono: non si può dire che siamo stati con le mani in mano! L’ideale è arrivare a Pechino con la doppietta Peugeot, e cercheremo di farlo per la squadra”.

Peterhansel sottolinea, invece, il lavoro di squadra compiuto: “Dopo la partenza abbiamo aspettato Cyril, poi aiutato Sébastien con l’auto bloccata su una duna. Jean-Paul ha spinto come un folle per una decina di minuti. Abbiamo concluso la speciale nella polvere di Al Rahji, che non siamo mai riusciti a superare. Anche se non siamo ai primi posti in classifica generale, siamo orgogliosi di poter aiutare i nostri compagni di squadra e contribuire al loro successo”.

Il Silk Way Rally 2016 ha ormai toccato i 1800 km di speciale compiendo il giro di boa della gara. Ora sono altrettanti i chilometri che attendono i piloti. In Russia e in Kazakistan il meteo è stato capriccioso, mentre le prime tappe in terra cinese si sono svolte sotto un caldo soffocante, che ricorda agli uomini del team Peugeot Sport che la parte dura deve ancora arrivare.

Silk Way Rally 2016, classifica provvisoria Tappa 9 (Urumqi – Hami)
1.Cyril Despres (FRA) / David Castera (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, 3h38’42″
2.Sébastien Loeb (FRA) / Daniel Elena (MC), PEUGEOT 2008 DKR, +5min19s
3.Stéphane Peterhansel (FRA) / Jean-Paul Cottret (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, +8min29s
4.Yazeed Al Rahji (SAU) / Timo Gottschalk (DEU), Mini, +11min40s
5.Harry Hunt (GBR) / Andreas Schulz (DEU) , Mini, +15min43s

Silk Way Rally 2016, classifica generale dopo la Tappa 9
1.Cyril Despres (FRA) / David Castera (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, 19h02min44s
2.Sébastien Loeb (FRA) / Daniel Elena (MC), PEUGEOT 2008 DKR, +12min17s
3.Yazeed Al Rahji (SAU) / Timo Gottschalk (DEU), Mini, +27min22s
4.Vladimir Vasilyev (RUS) / Konstantin Zhiltsov (RUS), Mini, +40min25s 5
5.Harry Hunt (GBR) / Andreas Schulz (DEU) , Mini, +1h19min45s
17.Stéphane Peterhansel (FRA) / Jean-Paul Cottret (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, +9h23min49s