Il Silk Way Rally 2016 è arrivato in Cina dove procede la marcia spedita delle Peugeot 2008 DKR. Nel weekend si è assistito alla prima doppietta con Cyril Despres e Sébastien Loeb che dominano Tappa 7 e il Team Peugeot Total conferma le sue buone prestazioni, con le Peugeot 2008 DKR #102, #100 e #104 che si piazzano in seconda, terza e quarta posizione nella Tappa 8: proprio l’ottava frazione è stata più lunga del rally, con 905, 35 km tra Bortala e Urumqi, capitale della provincia dello Xinjiang, con un settore cronometrato di 257 km molto difficile, costellato di tratti duri e insidiosi fuoripista, da percorrere con temperature molto calde.

Despres e Castera non hanno corso rischi, con l’obiettivo di preservare la loro auto e hanno concluso la tappa in quarta posizione, conservando la testa della classifica generale. Sébastien Loeb e Daniel Elena sono stati autori di una bellissima gara, mancando la vittoria per soli 31 secondi: ora sono a 7 minuti dai leader e sempre al secondo posto della classifica generale provvisoria. Stéphane Peterhansel e Jean-Paul Cottret hanno guidato veloci per riprendere rapidamente il gruppo di testa e sono tornati sul podio con il terzo tempo del giorno.

Soddisfatto Bruno Famin, Direttore Peugeot Sport: “E’ un buon risultato per il team, con le tre Peugeot 2008 DKR in formazione all’arrivo, con un ordine che condiziona la partenza della tappa di domani. Sarà Al-Rajhi ad aprire questa speciale, che si annuncia molto impegnativa”. Più cauto il leader della classifica Despres: “Ci è stato impossibile seguire da vicino Sébastien, perché la polvere ha reso quasi nulla la visibilità. Abbiamo recuperato un po’ nei tratti fuoripista, facendo avanti e indietro. Il rally raid è una prova di endurance. Restano ancora parecchi chilometri da percorrere, e non sarà facile. I concorrenti davanti a me non sono principianti, hanno tutti una quindicina d’anni di esperienza in più rispetto a me. Non devo abbassare la guardia”.

Un pensiero condiviso anche da Loeb: “Al km 30 circa abbiamo superato Cyril. Sapevamo che sarebbe stata una speciale complicata dovendo fare da apripista, ma bisogna pur correre dei rischi a un certo punto. Si cerca di fare la propria gara e immagazzinare esperienza. Al Rahji ha approfittato delle nostre tracce per raggiungerci”. Prudente anche l’atteggiamento di Peterhansel: “Da parte mia non ho attaccato a fondo e nemmeno provato a vincere la tappa, anche se negli ultimi trenta chilometri sono stato immediatamente dietro ad Al Rahji. Ho privilegiato la prudenza per favorire il team”.

Silk Way Rally 2016, classifica provvisoria Tappa 8 (Bortala – Urumqi)
1.Yazeed Al Rahji (SAU) / Timo Gottschalk (DEU), Mini, +3h10’24″
2.Sébastien Loeb (FRA) / Daniel Elena (MC), PEUGEOT 2008 DKR, +0min31s
3.Stéphane Peterhansel (FRA) / Jean-Paul Cottret (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, +0min55s
4.Cyril Despres (FRA) / David Castera (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, +4min19s
5.Vladimir Vasilyev (RUS) / Konstantin Zhiltsov (RUS), Mini, +5min09s

Silk Way Rally 2016, classifica generale dopo la tappa 8 (Bortala – Urumqi)
1.Cyril Despres (FRA) / David Castera (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, 15h24min02s
2.Sébastien Loeb (FRA) / Daniel Elena (MC), PEUGEOT 2008 DKR, +6min58s
3.Vladimir Vasilyev (RUS) / Konstantin Zhiltsov (RUS), Mini, +14min50s
4.Yazeed Al Rahji (SAU) / Timo Gottschalk (DEU), Mini, +15min42s
5.Aidyn Rakhimbayev (KAZ) / Anton Nikolaev (RUS), Mini, +37min31s
37. Stéphane Peterhansel (FRA) / Jean-Paul Cottret (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, +9h15min20s