La quinta tappa del Silk Way Rally 2016 è stata davvero impegnativa. Con 568 km di settore cronometrato, 250 km di collegamento e qualcosa come 600 note sulle 116 pagine dei road-book dei copiloti, la frazione ha messo a dura prova tutti i concorrenti: grazie a un’esperienza che cresce giorno dopo giorno, sia in termini di guida sia di navigazione e lettura del road-book, la coppia Cyril Despres e David Castera ha siglato il miglior crono senza commettere errori. Risultato: vittoria netta della tappa a una media di 101 km/h e ritorno in testa alla classifica generale.

Alle spalle dei nuovi leader della classifica generale troviamo Sébastien Loeb e Daniel Elena, quinti nella tappa di oggi dopo aver avuto, come molti altri, qualche problema con la navigazione. Al chilometro 416, due pericoli consecutivi di livello 2 e 3 (massima allerta) hanno fatto ribaltare ripetutamente la Peugeot 2008 DKR #100 di Stéphane Peterhansel e Jean-Paul Cottret, provocando numerosi danni alla meccanica. L’equipaggio ha raddoppiato gli sforzi per tornare in gara e portare l’auto all’assistenza, dove i tecnici Peugeot Sport hanno sistemato la vettura per consentirgli di presentarsi alla partenza della tappa 6.

L’auto, nonostante i danni alla sospensione anteriore sinistra e posteriore destra, è risucita comunque a ripartire: “Uno dei nostri obiettivi per il Silk Way Rally 2016 è accumulare chilometri per testare le modifiche all’auto, ed abbiamo fatto il possibile perché Stéphane e Jean-Paul riescano a proseguire la gara – ha spiegato Bruno Famin, Direttore Peugeot Sport -. La gara è ancora lunga ed è probabile che anche altri concorrenti abbiano problemi. Avere due Peugeot 2008 DKR ai primi due posti della classifica generale ci rendono molto soddisfatti. Oggi Cyril e David sono stati autori di una grande performance: con una gara perfetta sono riusciti a creare un vantaggio notevole”.

Despres si gode il primato: “È stata una bella tappa, con molti cambiamenti di ritmo nella vegetazione. Non è una cosa facile da gestire perché bisogna adattare costantemente la guida. Se stamattina mi avessero detto che partendo decimi avremmo fatto da apripista per gli ultimi 100 chilometri, non ci avrei creduto. Io e David siamo dei maratoneti: nelle tappe lunghe e faticose diamo il meglio, proprio come oggi”.

Soddisfatto anche Loeb: “Siamo partiti molto bene. Abbiamo superato Vasilyev e Stéphane per poi fare da apripista. Abbiamo perso circa 12 minuti rimanendo bloccati tra due postazioni di controllo e qualche altro aiutando Stéphane a riportare l’auto sulle quattro ruote. Il nostro acceleratore si è bloccato a 100 chilometri dall’arrivo. Non abbiamo corso altri rischi perché l’obiettivo era portare a termine la speciale. Nonostante tutti questi problemi siamo arrivati quarti, mantenendo davvero un buon ritmo”.

Silk Way Rally 2016, classifica provvisoria Tappa 5 (Astana – Balkhash)
1. Cyril Despres (FRA) / David Castera (FRA), Peugeot 2008 DKR, 5h37min52s
2. Yazeed Al-Rajhi (SAU) / Timo Gottschalk (DEU), Mini, +11min16s
3. Aidyn Rakhimbayev (KAZ) / Anton Nikolaev (RUS), Mini, +13min11s
4. Harry Hunt (GBR) / Andreas Schultz (DEU), Mini, +13min31s
5. Sébastien Loeb (FRA) / Daniel Elena (MC), Peugeot 2008 DKR, +15min30s

Silk Way Rally 2016, classifica generale dopo la tappa 5 (Astana – Balkhash)
1. Cyril Despres (FRA) / David Castera (FRA), Peugeot 2008 DKR, 9h47min05s
2. Sébastien Loeb (FRA) / Daniel Elena (MC), Peugeot 2008 DKR, +14min22s
3. Yazeed Al-Rajhi (SAU) / Timo Gottschalk (DEU), Mini, +14min38s
4. Vladimir Vasilyev (RUS) / Konstantin Zhiltsov (RUS), Mini, +15min16s
5. Aidyn Rakhimbayev (KAZ) / Anton Nikolaev (RUS), Mini, +16min04s