Negli ultimi gironi è tornato in auge un cortometraggio realizzato cinque anni fa per diffondere il tema della sicurezza stradale. Il filmato, diretto da Gianluca Ansanelli, si chiama “autovelox” ed è stato presentato al Giffoni Film Festival del 2009 dall’ex ministro della Gioventù, Giorgia Meloni. Protagonisti gli attori Nicolas Vaporidis e Eros Galbiati. Un video che punta a far riflettere facendo sorridere i ragazzi e, grazie ad un accordo con Medusa, è stato distribuito nelle sale cinematografiche italiane e proiettato prima dei film, oltre ad essere arrivato nelle scuole e nei festival.

Un esperimento nuovo che utilizza un linguaggio semplice, giovanile, divertente ma efficace: “È un video a costo zero, dagli attori al regista, ci auguriamo possa essere utile per affrontare il problema della sicurezza stradale che ogni anno fa 3000 morti sulle strade” aveva detto Ansanelli. La storia è articolata in tre atti e inizia con la bravata di due giovani “immortalati” da un autovelox. Il finale è sorprendente e fa capire che forse si può insegnare a non correre sulla strada anche evitando immagini cruente.