Secondo un’indagine condotta dal sito italiano 123gomme, la sicurezza sulle strade del nostro paese è a rischio. Il sondaggio ha rivelato quanto sia scarsa ed inadeguata la conoscenza e la cultura nell’ambito della sicurezza stradale. Il discount di pneumatici reifencom GmbH ha condotto l’indagine online dal 27 febbraio al 3 Marzo su un campione di circa 1.100 automobilisti e motociclisti in Italia e in altri quattro paesi europei (Germania, Austria, Svizzera e Francia).

I dati raccolti dal sondaggio sono sconcertanti: un italiano su sei (17,2 % degli intervistati) afferma di avere sul proprio mezzo pneumatici di bassa o addirittura pessima qualità. Una persona su sette (13,2%) ha come unico pensiero quello di “evitare guai” e quindi cercare di rispettare i requisiti di legge sulla sicurezza stradale, senza farsi troppi problemi su quale pneumatici montare sulla propria vettura. Il rischio è ancor più evidente se pensiamo che alcuni degli intervistati affermano di viaggiare con le gomme sbagliate per la stagione in corso: guidano in estate con pneumatici invernali (1,5%) o – ancora peggio – in inverno con pneumatici estivi (6%).

Ciò che colpisce ancor di più, è la pochissima consapevolezza dell’utente medio che non si interessa minimamente di alcuni particolari fondamentali, come ad esempio il battistrada. Secondo il sondaggio un utente su tre (32,9%) ha affermato di ritenersi sicuro sulla strada con una profondità del battistrada di soli 0,6 o addirittura 0,3 millimetri. Numeri che hanno creato subito preoccupazione e disagio. Unica magra consolazione è il 98,5 % che afferma di riconoscere che danni, ammaccature o crepe negli pneumatici rappresentano una forte minaccia per la sicurezza e ne raccomandano il cambio. Per fortuna!

Attenzione quindi alla vostra vettura, dovete prendervene cura in ogni piccolo particolare. La sicurezza è importante.

LEGGI ANCHE

Controllo pressione gomme auto: nuove norme europee

Sicurezza stradale: SMS e Twitter, strade sicure con Basta un Attimo

Sicurezza stradale in Italia: pedoni, questi eroi metropolitani

Sicurezza stradale: le cattive abitudini degli italiani 

Sicurezza stradale: preti e suore al volante con l’Aci