La sicurezza stradale è un tema che riguarda tutti noi da vicino e la tv ci inonda ogni anno di campagne di sensibilizzazione per ricordarci quanto facile possa essere commettere un errore alla guida mettendo a rischio la nostra vita e quella degli altri. Dalla Nuova Zelanda arriva il video shock che si sta diffondendo a macchia d’olio in rete: creata dall’agenzia per il trasporto Neozelandese, la campagna è davvero di forte impatto.

A metà tra una scena da film d’azione e un lungometraggio horror, il concept è basato sul dialogo immaginario di due uomini che, poco prima d’impattare in un terribile incidente, hanno la possibilità di parlarsi. Uno dei due è un padre che, senza badare alla segnaletica stradale, oltrepassa uno stop senza fermarsi e senza guardare se dall’altro lato giungono altre macchine. L’altro protagonista, invece, è un uomo che sta guidando senza badare troppo alla velocità con cui sta viaggiando sulla strada. Il padre di famiglia implora l’altro guidatore di frenare e di evitarlo, perché sul sedile posteriore della sua auto si trova il figlio.

L’epilogo della vicenda è davvero sconcertante. Dopo che l’autista risponde “Mi dispiace, non posso farci nulla sto andando troppo veloce” avviene lo schianto delle due auto. Immagini forti e drammatiche in cui nulla viene nascosto agli occhi dello spettatore che si ritrova a guardare l’impatto di un vero e proprio incidente stradale. Il video si conclude con il messaggio finale: “Nessuno deve pagare un errore con la propria vita. Quando guidiamo condividiamo la strada con gli altri, la velocità che scegliamo di tenere dev’essere tale da evitare qualsiasi potenziale errore”

Foto by InfoPhoto

LEGGI ANCHE:

Sicurezza stradale pneumatici: i dati della sconcertante realtà italiana

Sicurezza stradale in Italia: pedoni, questi eroi metropolitani

Sicurezza stradale: italiani indisciplinati, niente cintura e cellulari alla guida