La sicurezza alla guida sembra essere un optional per tanti italiani irrispettosi delle norme stradali, anche quelle più banali come il divieto di utilizzare il cellulare o l’obbligo di utilizzare le cinture di sicurezza.

Una recente ricerca dell’Osservatorio Linear dei Servizi, infatti, ha fornito dei dati allarmanti sulle cattive abitudini dei nostri automobilisti: ben il 7%, ovvero circa 2,5 milioni di loro dichiara, infatti di non allacciare le cinture se seduti nei sedili anteriori, ancora più alto il numero di coloro che non le usano sui sedili posteriori, dove, ad utilizzarle sono solo il 30% degli intervistati.

Ancora più preoccupanti i numeri relativi all’uso di cellulari e/o smartphone: durante la guida quasi un italiano su due (47%) ammette di non riuscire a separarsene. In particolare il 21% degli automobilisti intervistati confessa di utilizzare il proprio cellulare alla guida per effettuare chiamate senza l’ausilio di auricolare o vivavoce, un altro 15% ammette di scrivere e leggere sms ed email o utilizzare servizi di messaggistica istantanea, un 8% cerca invece la strada online utilizzando lo smartphone ed un 3% di instancabili internauti rimane sempre connesso a Facebook e Twitter anche al volante.

Quali sono, invece, le situazioni in sui gli automobilisti italici si sentono più in pericolo? Al primo posto (66%) troviamo gli incroci senza semafori, il 56% si sente meno sicuro alla guida di notte specialmente con i semafori spenti mentre un 37% dichiara di sentirsi poco sicuro sulle strade nei weekend.

photo credit: CyberMacs via photopin cc