La sicurezza stradale è di fondamentale importanza per prevenire eventuali incidenti e migliorare le vetture su cui ogni giorno ci sediamo per percorrere svariati chilometri. Le categorie più a rischio sono, ovviamente, i pedoni e tra di loro c’è particolare attenzione sui bambini. E’ per questo che da quest’anno i test Euro NCAP avranno maggior attenzione nella sicurezza di queste categorie e saranno più severi con il giudizio con le vetture che non rispetteranno questi particolari parametri.

L’ente europeo indipendente, che certifica la qualità della sicurezza delle automobili che circolano per le strade delle nostre città, ha introdotto da quest’anno alcuni cambiamenti atti ad una migliore implementazione degli strumenti di assegnazione dei punteggi per la sicurezza dell’auto. Questi cambiamenti, rispetto ai test dello scorso anno, rendono lo standard di qualità molto più alto essendo molto più severi. Infatti, secondo lo stesso ente di sicurezza, i nuovi crash test non sarebbero confrontabili con quelli degli anni precedenti proprio per le modifiche apportate al sistema di punteggio.

Euro NCAP ha iniziato questa “campagna” di ammodernamento dei sistemi di rilevazione della sicurezza proprio per andare incontro alla protezione e alla tutela sulla strada delle categorie più sensibili come i pedoni,m i ciclisti e i motociclisti. Una serie di modifiche che termineranno nel 2020.

Sicurezza per i bambini

Nello specifico il crash test per la sicurezza dei bambini viene svolto attraverso il posizionamento di due manichini chiamati Q6 e Q10 che rappresentano rispettivamente un bambino di 6 anni e un bambino di 10 anni, cercando cosi di simulare al meglio un incidente e cercare di rendere la valutazione sulla sicurezza della vettura più veritiera possibile.

Il sistema per la sicurezza dei pedoni viene arricchito grazie ad una maggiore sensibilità della valutazione del sistema di frenata di emergenza automatica. Inoltre, nei test Euro NCAP 2016 sarà presente la nuova valutazione chiamata Safety Assist. Questa “categoria” di valutazione tiene conto di tutti i dispositivi di assistenza per la sicurezza che possiede l’auto valutata.