Questo titolo ci serve a ironizzare un po’ sulle performance di Marco Simoncelli che nonostante la buona volontà non riesce ancora a sorprendere. Le sue gare sono opache, ma non è colpa della moto, non può essere soltanto questione di vettura.

La caduta che ha fatto parlare di più nell’ultima gara in California, sul circuito di Laguna Seca, è stata quella di Jorge Lorenzo durante le sessioni libere. Un volo che non gli ha pregiudicato la pole position.

Quel che non ha funzionato in quel caso è stato il traction control. Lorenzo ha dimenticato di attivarlo e quando ha scalato la marcia in curva, la caduta è stata “normale”.

Un po’ meno “normale” è l’incapacità di Simoncelli, detto Sic di restare in piedi nelle gare. A Laguna Seca è stato palpabile che la colpa è sua, visto che è andato a terra mentre non era neanche a tutto gas. Tant’è che le riviste di motociclismo gli hanno dato un bel quattro in pagella.

Il problema non è tanto che Sic cada, quanto che spesso ha coinvolto nella caduta anche altri piloti, tanto che i suoi colleghi come Lorenzo, dichiarano di non sentirsi troppo sicuri con Simoncelli in pista. Ricordiamo che Marco è caduto anche Silverstone, Jerez e all’Estoril.