Paolo Simoncelli e la moglie, su consiglio di Carlo Pernat che del loro figliolo era il manager sportivo, hanno deciso di costituire una onlus, ma molti si chiedono, cosa sarebbe successo se Sic fosse ancora vivo.Il fato non avrebbe dovuto metterci lo zampino e l’incidente di Sepang che Paolo Simoncelli non ha ancora avuto il coraggio di rivedere, non avrebbe dovuto concludersi con la morte di un pilota ventiquattrenne di Coriano molto promettente.

Se tutto fosse andato in questo modo, allora Simoncelli, nella prossima stagione, avrebbe corso in sella ad una Ducati. A svelarlo è il solito Carlo Pernat che sta per firmare un accordo con la Pramac. Lui è amico del team Pramac e da tempo ha voglia di fare il grande salto.

Da anni se ne parla, ma la prospettiva è più reale dopo il ritiro dalla scena motociclistica di Loris Capirossi. Riguardo Sic dice che il suo futuro sarebbe stato nella Ducati ma ora non si può certo parlare di un futuro che non c’è.

Poi Pernat dice di aver ricevuto molti contatti e offerte da altri piloti, per esempio Lorenzo che avrebbe avuto piacere a vedere Pernat nel ruolo di suo manager personale. Carlo Pernat, però, ribadisce che dopo la tragedia che ha colpito Sic non si occuperà ancora di piloti.

Prima aveva pensato di abbandonare del tutto il campo, poi è arrivata un’offerta della Pramac per la quale sarà direttore sportivo. Un tuffo nel passato.