Il circuito di Monza ha consacrato Sebastian Vettel. Il pilota Red Bull s’invola verso il titolo mondiale e anche se matematicamente non ha ancora in tasca la corona iridata, nelle prossime sei gare può decidere lucidamente dove aggiudicarsi il riconoscimento.In pratica tutti i pronostici fatti durante le qualifiche sono stati rispettati. Red Bull, McLaren e Ferrari si sono confermate in quest’ordine le prime potenze automobilistiche.

Vettel ha conquistato l’ottava vittoria stagionale assicurandosi il soprannome di “irraggiungibile”.

A seguire Button che sul finale ha vinto il duello con Alonso. Poi il ferrarista che è risalito nella classifica iridata.

Gli altri piloti che hanno saputo collezionare qualche punto sono stati Hamilton, Schumacher, Massa, Alguersuari, Di Resta, Senna e Buemi.

Massa a dirla tutta è stato un po’ sfortunato perché una collisione con Webber nei primi giri ha compromesso il suo alettone e lo ha condannato alla rimonta, quando il circuito di Monza sarebbe stato adatto alle caratteristiche della sua macchina.

Altro incidente, più imbarazzante nel vero senso della parola, quello di Liuzzi che ha buttato fuori pista Rosberg e Petrov richiedendo l’intervento della safety car.

Infine il gran gioco delle soste ai box che risulta sempre determinante per la classifica.

Portare a temperatura gli pneumatici è stato ancora una volta decisivo.