Abbiamo spiegato perché questo periodo di passaggio da una sessione di test all’altra fino al mondiale può essere considerato come il momento delle sfide tecniche. Adesso cerchiamo di capire come hanno pensato di rispondere le varie squadre alle modifiche imposte dalla FIA.Esteticamente le macchine del 2012 presentano dei musi che le rendono più brutte che in passato ma non è questo il particolare che conta. Tutta la novità è negli scarichi che abbandonano i vecchi soffiaggi per approdare a scarichi che partono dalla pancia e fuoriescono di 10 centimetri.

Con questo nuovo regolamento si perde il 15-20 per cento di deportanza. Le squadre, quindi si sono impegnate per colmare il gap in questione, sfruttando al massimo l’effetto del gas di scarico.

La Ferrari ha deciso di piazzare gli scarichi nella parte estrema della pancia ed è stata la soluzione più originale vista a Jerez. In questo modo il soffiaggio va nello spazio che c’è tra la paratia verticale dell’ala e lo pneumatico, nella parte posteriore della monoposto.

I pozzetti da cui soffiano i terminali della McLaren, invece, sono al centro delle pance e sono rivolti, in diagonale, verso l’esterno della vettura.

Anche Newey con la Red Bull ha voluto giocare sull’indirizzamento dei flussi dei gas di scarico trascurando in parte il posizionamento degli scarichi.