La partita per i servizi di mobilità è di fondamentale importanza per tutti i colossi automotive. Molti hanno già mosso i primi passi: tra questi c’è anche il Gruppo Volkswagen che a Londra – in occasione dell’evento tecnologico “Tech Crunch Disrupt” – ha presentato ufficialmente Moia, una nuova azienda dedicata ai servizi di mobilità.

La nascita del 13esimo marchio del colosso di Wolfsburg rappresenta un passo avanti verso la trasformazione in provider di mobilità sostenibile di riferimento a livello globale: “Moia ci permetterà di acquisire una conoscenza più approfondita delle nuove forme di mobilità e di come renderle ancora più interessanti e anche se in futuro non tutti possederanno un’auto, con Moia chiunque potrà essere un cliente della nostra azienda” ha dichiarato Matthias Müller, CEO del Gruppo Volkswagen. I servizi di mobilità innovativi e digitalmente connessi promettono una dinamica di crescita elevata. L’obiettivo di Volkswagen è diventare uno dei top player globali per i servizi di mobilità nel medio termine ed entro il 2025 il Gruppo Volkswagen intende generare una quota significativa del proprio fatturato da questo nuovo business.

Moia avrà sede a Berlino e inizierà le proprie attività con un team di circa 50 persone, un numero che crescerà rapidamente fino alla fine del 2017. Amburgo sarà un altro luogo importante dove in autunno il Gruppo Volkswagen ha stretto una partnership strategica, di durata triennale, con la città tedesca per rendere la mobilità urbana più ecocompatibile, sicura, affidabile ed efficiente. Il management di MOIA è composto da Ole Harms (CEO), Frank Dilger (CFO) e Robert Henrich (COO), che assumerà l’incarico dal 1 gennaio 2017. Una commissione consultiva presieduta da Thomas Sedran, Responsabile della Strategia del Gruppo Volkswagen, supporterà il direttivo.

La mission è offrire servizi di mobilità individuale per tutti, a prezzi accessibili e senza dover possedere un’auto. Le maggiori potenzialità in una prima fase sono quelle del business legato al trasporto a chiamata (ride hailing) via app. Il Gruppo Volkswagen ha già aperto la strada a nuovi concetti di mobilità con l’acquisizione di una quota in Gett, uno dei provider di riferimento a livello mondiale e gli utenti possono già prenotare in tempo reale un servizio on-demand di trasporto, consegna o logistica in oltre 100 città nel mondo.

Allo stesso tempo Moia punterà al business legato al car pooling, con l’obiettivo di avviare i propri servizi di “pooling on demand” (il cosiddetto “pendolarismo connesso”) concentrandosi sul trasporto extraurbano. Lo scopo è offrire soluzioni che rendano il trasporto individuale e pubblico più efficaci, evitando così tragitti non necessari e ottimizzando l’utilizzo delle infrastrutture stradali esistenti. L’avvio dei primi progetti pilota è previsto per il 2017.