Buona la prima, almeno per SEAT. Il costruttore spagnolo ha presentato infatti al Salone di Ginevra 2016 la SEAT Ateca, il primo SUV della sua storia che ha convinto fin da subito critica e pubblico presenti all’evento motoristico.

Forte di uno stile unico, permeato dal family feeling SEAT ma capace di esprimere personalità, freschezza ed eleganza fin dal primo sguardo, la nuova Ateca si propone come uno dei SUV compatti più interessanti del suo segmento. Le forme scultoree regalano un corpo vettura solido e muscoloso come si addice a una sport utility, amalgamandosi alla perfezione con le grandi prese d’aria e con le linee tese che assicurano un piacevole senso di dinamismo.

La qualità costruttiva attinge invece a piene mani dall’esperienza Volkswagen e il livello di cura percepita, sia dentro che fuori dall’abitacolo, è molto alto, grazie ad accoppiamenti precisi e all’impiego di materiali solitamente presenti solo su modelli di categoria superiore. L’attenzione al dettaglio che caratterizza il SUV SEAT si sposa alla perfezione con una dotazione tecnologica all’avanguardia, studiata per far immergere conducente e passeggeri in un ambiente connesso, divertente e, soprattutto, sicuro.

A bordo si apprezza anche l’eccellente sfruttamento dello spazio che, a fronte di un corpo vettura lungo 4,36 metri, consente di offrire ampia libertà di movimento a tutti gli occupanti e di riservare fino a 510 litri ai bagagli, con l’aggiunta del doppio piano di carico che facilità ancora di più lo stivaggio di borse e valigie.

Chi è al volante della nuova SEAT Ateca può contare sul SEAT Drive Profile, l’avanzato sistema di gestione delle modalità di guida studiato per adattare il comportamento della vettura alle condizioni della strada o del traffico, nonché di soddisfare le preferenze del conducente garantendo il massimo piacere di guida.

I quattro profili selezionabili tramite il Driving Experience Button sulle Ateca a trazione anteriore sono Normal, Sport, Eco e Individual, mentre sulle varianti a trazione integrale si aggiungono i profili Snow e Offroad, progettati rispettivamente per la guida sulla neve e in fuoristrada. A proposito di percorsi accidentati si segnala inoltre la presenza del sistema Hill Descent Control che aiuta durante le discese più ripide.

Fra i tanti sistemi elettronici impiegati da SEAT sul nuovo SUV Ateca ci sono il Blind Spot Detection, il Traffic Jam Assist con frenata e accelerata automatiche, il Traffic Sign Recognition, il Rear Traffic Alert, il Park Assist 3.0, il Lane Assist, l’Emergency Assist e il Top View, una soluzione che impiega quattro telecamere esterne posizionate per riprendere tutta l’area circostante, riproducendo così sul monitor della console centrale una visuale panoramica che agevola non poco le manovre.

Un semplice movimento del piede è invece sufficiente per aprire il portellone elettrico, una funzione utile quando si hanno le mani occupate dalle valigie o dalle borse della spesa. È però sul fronte della connettività che la SEAT Ateca si conferma al di sopra delle concorrenti del segmento, grazie alla novità dell’impianto Media System plus con schermo touchscreen da 8 pollici e dei sistemi infotelematici di ultimissima generazione come l’Easy Connect e il SEAT Full Link con l’aggiunga dell’esclusiva SEAT ConnectApp.

Sfruttando la Connectivity Box è possibile attivare la ricarica wireless dello smartphone, mentre il supporto al MirrorLink, ad Apple Car Play e ad Android assicurati dal SEAT Full Link estendono le funzioni del sistema integrandole con le applicazioni presenti sui dispositivi mobili compatibili.

Sul fronte delle motorizzazioni, la nuova SEAT Ateca conferma ancora una volta la voglia di puntare sulla qualità senza compromessi. Tutte le unità a disposizione sono infatti sovralimentate e garantiscono una potenza fino a 190 cavalli. Alla base della gamma c’è l’efficiente motore benzina 1.0 TFSI, un tre cilindri da 115 cavalli dagli ottimi consumi e dalla verve sorprendente. Salendo si trova invece un altro benzina, il 1.4 TFSI da 150 cavalli dotato del sistema di disattivazione automatica dei cilindri che si attiva quando non è richiesta la massima potenza. Questa soluzione ottimizza il rendimento del propulsore, evita gli sprechi di carburante e consente una guida fluida in ogni condizione di marcia.

Per i diesel la gamma parte invece dal 1.6 TDI da 115 cavalli e arriva al più potente 2.0 TDI offerto nelle versioni da 150 e 190 cavalli, con quest’ultima variante associata al cambio DSG e alla trazione integrale di serie. I consumi delle unità a gasolio si pongono ai vertici del mercato, così come il livello di emissioni di CO2, che resta compreso tra i 112 e i 131 grammi per chilometro confermando l’attenzione totale che il nuovo SUV SEAT riserva anche all’ambiente.