Chi ha avuto modo di seguire dal vivo il Gran Premio di Singapore avrà trattenuto il fiato durante il contatto tra Schumacher e Vergne. Il campione tedesco, una volta definito il ritiro, è uscito dall’abitacolo della monoposto per aspettare l’altro incidentato. 

Michael Schumacher ha sbagliato la frenata in una delle curve più complesse del Gran Premio di Singapore e per questo è stato alla base dell’impatto con Vergne che portato per la seconda volta nella competizione, la safety car in pista. 

Ma il sette volte campione del mondo, nonostante sia apparso tranquillo con Vergne, appena dopo l’impatto, con un semi-abbraccio di riconciliazione, poi davanti alle telecamere ha spiegato di non avere colpe sull’incidente.

La dinamica dello scontro può essere rivista tranquillamente su YouTube, mentre di seguito trovate la dichiarazione a caldo di Schumacher:

Non ho sbagliato, anzi ho frenato un po’ prima di quanto faccio solitamente a quella curva. La vettura, però, non ha perso velocità e il pedale del freno è improvvisamente diventato duro e si è bloccato tutto. A quel punto, l’incidente era inevitabile. Ovviamente mi dispiace per aver coinvolto Jean-Eric che si è dovuto ritirare per questo motivo, ma ora abbiamo bisogno di indagare su ciò che è successo.